TLC

28 gennaio 2009 | 12:18

TISCALI: ESODI INCENTIVATI PER UN CENTINAIO, IL PIANO DI ROSSO

TISCALI: ESODI INCENTIVATI PER UN CENTINAIO, IL PIANO DI ROSSO

(AGI) – Cagliari, 28 gen. – Sono un centinaio i dipendenti di Tiscali che finora hanno aderito agli esodi incentivati pagati dall’azienda, decisa a tenere aperta l’opzione anche questo mese. “Poi dialoghiamo con il sindacato perche’ intendiamo continuare con modalita’ non traumatiche”, ha spiegato Mario Rosso, l’amministratore delegato dell’internet company fondata da Renato Soru, in un’intervista pubblicata oggi sul quotidiano “La Nuova Sardegna”. “Il piano industriale per il rilancio di Tiscali e’ pronto”, ha assicurato Rosso “Non l’abbiamo presentato al mercato perche’ e’ ancora aperta l’opzione per la cessione delle attivita’ in Inghilterra. Abbiamo davanti un 2009 che sara’ di transizione, ma durante il quale creeremo comunque valore. L’Inghilterra e’ in recessione durissima e percio’ la lotta e’ molto piu’ duro, tanto che la strategia e’ di difesa e sopravvivenza, mentre qui e’ di mantenimento e sviluppo”. “In Italia e’ stato chiaro, subito dopo le ferie”, ha spiegato il manager di Tiscali, “che le prospettive di vendita della societa’ non c’erano e per questo, da ottobre, abbiamo iniziato a lavorare sul piano industriale, il posizionamento strategico, il piano finanziario. Dobbiamo snellire i costi rendendola piu’ competitiva”. Secondo Rosso, la societa’ e’ stata penalizzata dal fatto che il suo fondatore abbia scelto di diventare presidente della Regione sarda. “Siamo stati penalizzati dalla scelta nostra e della Regione”, ha precisato l’ad, “di sterilizzare al massimo tutti i tipi di relazione. In qualsiasi altra regione d’Italia Tiscali, che era considerato il fiore all’occhiello, ha prodotto occupazione, visto che in dieci anni abbiamo pagato stipendi per 2.000 persone, avrebbe avuto una quota di mercato maggiore sul mercato delle telecomunicazioni. E invece questo non e’ avvenuto. E il fatto che Soru, il fondatore se ne sia andato da quattro anni ci ha solo danneggiato, perche’ Tiscali era nata su idee visionarie e sul suo carisma. E questo non si puo’ sostituire”.

Comments are closed.