Telecom I.: Valducci, serve “modello Terna” per rete (Sole)

Telecom I.: Valducci, serve “modello Terna” per rete (Sole)

ROMA (MF-DJ)–Un “modello Terna” per la rete di Telecom Italia. “Il Governo dovrebbe sollecitare l’azionariato del gruppo verso questa svolta” afferma in un’intervista al Sole 24 Ore il presidente della Commissione Trasporti e tlc della Camera, Mario Valducci, sostenitore della soluzione dello scorporo della rete Telecom.

“In astratto -spiega Valducci- il modello della rete elettrica Terna sarebbe l’ideale anche per le telecomunicazioni, ma ovviamente non si puo’ prescindere dall’assenso degli azionisti. Si potrebbe tuttavia procedere per gradi. Infratel, la societa’ creata diversi anni fa per lo sviluppo della banda larga, potrebbe entrare nel perimetro della Cassa Depositi e Prestiti e procedere all’acquisizione della miriade di piccole reti create dagli enti locali”. In seguito “si potrebbe pensare anche alla rete Telecom”.

Per la rete, Valducci propone un modello con la creazione di una societa’ ad hoc, magari con azionariato aperto a tutti gli operatori-clienti che accedono alla rete, da Mediaset, a Fastweb, a Vodafone.

E’ necessaria poi, secondo Valducci, “una modifica costituzionale del nuovo articolo 117 del Titolo V della Costituzione, per far rientrare anche le reti strategiche, di tlc ed energia, tra le materie di competenza esclusiva dello Stato. Non si puo’ piu’ procedere tra veti e mancanza di coordinamento su grandi progetti”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci