AMBIENTE: CELLULARI; FRANCIA, OPERATORE BOUYGUES CONDANNATO

AMBIENTE: CELLULARI; FRANCIA, OPERATORE BOUYGUES CONDANNATO
PARIGI
(ANSA) – PARIGI, 5 FEB – L’operatore di telefonia mobile francese Bouygues Telecom è stato condannato dalla corte d’ appello di Versailles a smontare una delle sue antenne di emissione-ricezione nella regione del Rodano vicino a Lione. Avrà  quattro mesi di tempo, altrimenti sarà  costretto a pagare una multa di 500 euro per ogni giorno di ritardo. Il motivo è la paura degli abitanti del posto – in particolare tre coppie di Tassin-la-Demi-Lune, una banlieue di Lione, che si sono costituite parte civile – ai rischi di esposizione ai campi elettromagnetici. Alcuni di loro dicono infatti di accusare frequenti emicranie, nausee e palpitazioni cardiache. “Non c’é alcun elemento che permetta di scartare perentoriamente l’impatto sulla salute pubblica dell’esposizione delle persone alle onde o ai campi elettromagnetici”, ha commentato nella sua sentenza la corte d’appello di Versailles che ha condannato l’operatore a togliere definitivamente l’ antenna. Bouygues dovrà  inoltre risarcire i suoi clienti per esposizione a un rischio sanitario: in particolare dovrà  pagare 7.000 euro a ciascuna delle tre coppie che si sono lamentate dell’antenna installata dal 2006 su un pilone di 19 metri di altezza proprio in prossimità  delle loro abitazioni.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi