Comunicazione

05 febbraio 2009 | 13:19

AMBIENTE: CELLULARI; FRANCIA, OPERATORE BOUYGUES CONDANNATO

AMBIENTE: CELLULARI; FRANCIA, OPERATORE BOUYGUES CONDANNATO
PARIGI
(ANSA) – PARIGI, 5 FEB – L’operatore di telefonia mobile francese Bouygues Telecom è stato condannato dalla corte d’ appello di Versailles a smontare una delle sue antenne di emissione-ricezione nella regione del Rodano vicino a Lione. Avrà  quattro mesi di tempo, altrimenti sarà  costretto a pagare una multa di 500 euro per ogni giorno di ritardo. Il motivo è la paura degli abitanti del posto – in particolare tre coppie di Tassin-la-Demi-Lune, una banlieue di Lione, che si sono costituite parte civile – ai rischi di esposizione ai campi elettromagnetici. Alcuni di loro dicono infatti di accusare frequenti emicranie, nausee e palpitazioni cardiache. “Non c’é alcun elemento che permetta di scartare perentoriamente l’impatto sulla salute pubblica dell’esposizione delle persone alle onde o ai campi elettromagnetici”, ha commentato nella sua sentenza la corte d’appello di Versailles che ha condannato l’operatore a togliere definitivamente l’ antenna. Bouygues dovrà  inoltre risarcire i suoi clienti per esposizione a un rischio sanitario: in particolare dovrà  pagare 7.000 euro a ciascuna delle tre coppie che si sono lamentate dell’antenna installata dal 2006 su un pilone di 19 metri di altezza proprio in prossimità  delle loro abitazioni.

Comments are closed.