TV: GENTILONI (PD), UE CONFERMA CAMBIARE LA GASPARRI

TV: GENTILONI (PD), UE CONFERMA CAMBIARE LA GASPARRI
(AGI) – Roma, 6 feb. – “Come volevasi dimostrare. La procedura di infrazione Ue contro la Legge Gasparri non e’ stata affatto archiviata e la mancata apertura del mercato delle frequenze e’ una grave ipoteca sulla transizione al digitale nel nostro paese”. E’ questo il commento di Paolo Gentiloni, responsabile comunicazione del Pd, alle notizie di Repubblica sulla lettera indirizzata al Governo italiano dalle Commissarie Kroes e Reding. “L’anno scorso il Governo aveva presentato in fretta e furia un decreto che, col pretesto di sanare la procedura di infrazione, dava una ulteriore legittimazione all’occupazione di fatto delle frequenze da parte di emittenti come Rete 4 prive di concessione. Allora riuscimmo a sventare l’operazione “salvafrequenze di Rete4″e oggi la Ue conferma le nostre ragioni di allora: il decreto non serviva a chiudere la procedura di infrazione”. “Ora bisogna tornare alla logica di apertura del mercato che ispirava il disegno di legge del Governo Prodi. Solo mettendo un limite alle frequenze dei grandi broadcaster e consentendo agli altri editori e ai nuovi entranti di concorrere per aggiudicarsi le rimanenti, si potra’ rendere il digitale terrestre italiano coerente con le norme comunitarie”. (AGI) – Red

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi