Notizie di agenzia

10 febbraio 2009 | 15:38

RAI: NUOVI PORTALI, 22 CANALI SU RAI.TV

RAI: NUOVI PORTALI, 22 CANALI SU RAI.TV

ROMA (ITALPRESS) > Www…la Rai tv la fai tu. Continua il progetto di sviluppo del servizio pubblico che apre le porte al web con una trasformazione del sito ed il lancio della tv online. Nascono cosi’ i nuovi portali Rai.it e Rai.tv: accesso rapido per tutti i contenuti Rai, alta qualita’ delle immagini e 22 canali in onda sul pc. L’azienda abbraccia la tecnologia con i tutti suoi linguaggi e da broadcaster diventa fornitore di contenuti e servizi personalizzabili, multipiattaforma e multicanale.
“Questo portale – spiega il direttore generale, Claudio Cappon, in un’affollata sala A di viale Mazzini – e’ un tassello importante di quella metamorfosi Rai che da broadcaster diventa operatore multimediale. Canali tematici di sport, news, tv, radio, fiction, junior; 22 canali tra cui scegliere, piu’ di 500 programmi on demand, qualita’ dell’immagine raddoppiata. Siamo partiti con qualche ritardo, ma cu posizioniamo ai massimi livelli europei”. E ancora: “Questo lavoro e’ anche l’esito di una strategia varata 2 anni fa, quando ci siamo resi conto che la Rai doveva avere una profonda trasformazione sul digitale terrestre e sul web. E con questo portale andiamo avanti nel progetto. Ed invito anche gli investitori pubblicitari a visitare il portale”.

Gia’ cambiata dunque, l’homepage di Rai.it, che ora e’ progettabile da ogni utente nei contenuti e nella forma. Il portale infatti, offre la possibilita’ di scegliere i contenuti da visualizzare, il posizionamento nella pagina, gli aggiornamenti tematici. Perfino i colori della grafica di sfondo posso essere scelti dagli utenti.
“Siamo di fronte ad eventi tecnologici importanti – afferma il sottosegretario dello Sviluppo Economico, Paolo Romani – Il web probabilmente non sostituira’ mai la tv digitale, ma e’ fondamentale per i cambiamenti generazionali”.
Su Rai.tv invece, sara’ possibile vedere 22 canali: 7 televisivi (Raiuno, Raidue, Raitre, Rainews24, Rai Sport Piu’, Rai Storia e Rai Edu), 7 radiofonici (Radio 1, 2 e 3, Gr Parlamento, Isoradio, Filodiffusioni – musica leggera e classica) e 8 canali web. Alle dirette si aggiungono oltre 500 programmi disponibili on demand dopo la messa in onda, 60 programmi podcast audio e video, una selezione di contenuti dell’archivio Rai, per un totale di 61mila multimedia. E attraverso Rai.tv, sara’ possibile tra circa un mese con messa on line di MyRai.tv, di dare vita ad un’area in cui ogni utente potra’ creare le proprie playlist audio e video. Piero Gaffuri, direttore Rai Nuovi Media e ad RaiNet annuncia anche un prossimo sito dedicato alla telefonia mobile.

Comments are closed.