Televisione

11 febbraio 2009 | 11:25

TV: MENTANA; CHIAMBRETTI RIVOLUZIONA LA SCALETTA

TV: MENTANA; CHIAMBRETTI RIVOLUZIONA LA SCALETTA
(RIEPILOGO)
MILANO
(ANSA) – MILANO, 10 FEB – La morte di Eluana Englaro e le polemiche per le dimissioni di Enrico Mentana hanno indotto Piero Chiambretti a rivoluzionare la scaletta del suo ‘Chiambretti night’. Niente ospiti, niente ballerine e sigle ma solo approfondimento su ciò che è accaduto. ‘Televisione tragica – Tragica televisione’ è il titolo della puntata di Chiambretti night per discutere se la scelta di non mandare in onda Matrix e di non sospendere il Grande Fratello sia stata giusta: “Per dimostrare – ha detto Chiambretti – che non siamo solo una trasmissione di nani e ballerine”. Maurizio Costanzo, in collegamento da Roma, si è detto solidale con Mentana, pur rimanendo realista rispetto alle tv commerciali: “Anch’io avrei chiesto la prima serata ma è probabile che per la legge della tv commerciale mi avrebbero detto di no. D’altra parte, visti gli ascolti di ieri, c’é da riflettere”. Il direttore del Tg4, Emilio Fede, dopo aver ricordato di aver gestito dirette importanti nella sua carriera a cominciare dalla tragedia di Alfredino Rampi, morto nel pozzo artesiano di Vermicino, e di avere mandato in video Enrico Mentana, ha gettato acqua sul fuoco: “Anch’io avrei provato invidia se la diretta l’avessero fatta altri e non io come è capitato. A Enrico, che ieri sera mi ha chiamato per dirmi che non ce l’aveva con me, dico che i problemi si risolvono in famiglia”. Piero Sansonetti, ex direttore di Liberazione, ha elogiato Mentana: “Anch’io sono entrato in conflitto con il mio editore ma mi sono attaccato alla seggiola e hanno dovuto cacciarmi. Mentana ha dato le dimissioni e in un paese dove nessuno le dà  ne è uscito bene”. Nella scaletta era prevista anche un’intervista al filosofo Salvatore Natoli che però è saltata. E’ invece intervenuto il cardinale Ersilio Tonini, che alla domanda di un commento ad una dichiarazione di Baget Bozzo, secondo il quale Berlusconi è diventato il leader dei cattolici, ha replicato: “E’ un discorso che non ha senso”. Chiambretti in apertura di trasmissione ha anche risposto a Gad Lerner che lo aveva definito un furbo per avere inviato un comunicato in cui il giornalista appariva come ospite quando invece aveva declinato l’invito: “C’é stato un errore nell’inviare alle agenzie il comunicato. Gad Lerner ha detto che sono un furbo e che non sarebbe venuto a fare la foglia di fico a Mediaset. Non lo avevamo invitato per fare la foglia di fico e neppure per raccontare barzellette”.

Comments are closed.