RAI: RSU, SCIOPERO LAVORATORI RAI PER TGR BUONGIORNO REGIONE

RAI: RSU, SCIOPERO LAVORATORI RAI PER TGR BUONGIORNO REGIONE
ANCONA
(ANSA) – ANCONA, 11 FEB – Lavoratori della Rai in agitazione e presto in sciopero per il mancato rispetto dell’accordo relativo alla partenza di “Buongiorno Regione”, rubrica della Tgr. L’iniziativa, lanciata dalla Rsu di Ancona, interessa anche le altre sedi regionali. Per il 23 febbraio è prevista una prima giornata di astensione dal lavoro, ma ce ne saranno altre – annuncia la Rsu – “se le posizioni aziendali non cambieranno”. Azienda e sindacato avevano programmato una serie di incontri per definire i dettagli di tutta l’operazione: corsi di formazione del personale, numero di figure coinvolte, trattamenti economici. In questi mesi – spiega una nota sindacale – i lavoratori hanno dato “flessibilità  e disponibilità  per lo start up di ‘Buongiorno Regione’, anche sulla base di un confronto tra sindacati e rai che presentava qualche spazio negoziale”. Ma secondo la rappresentanza sindacale, la Rai “si dimostra sorda ad ogni trattativa”. “Noi non crediamo che la Rai possa fare i conti senza i lavoratori – conclude la nota -, la buona riuscita di un programma, confermato dai dati di ascolto (media oltre 20%) passa attraverso la qualità  del lavoro e della vita della gente che lo fa”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi