TLC

12 febbraio 2009 | 15:39

Tlc/ Gamberale: Disponibili a investire su asset esistenti D’accordo con Bernabè: infrastruttura a banda larga è adeguata

Tlc/ Gamberale: Disponibili a investire su asset esistenti D’accordo con Bernabè: infrastruttura a banda larga è adeguata

Roma, 12 feb. (Apcom) – Il fondo F2I “è interessato ad investire negli asset esistenti”. Lo ha affermato l’amministratore delegato, Vito Gamberale, a margine di un convegno sulle tlc organizzato da Forza Italia, commentando la proposta del coordinatore nazionale dipartimento attività  produttive di Fi, Pierluigi Borghini sullo scorporo della rete.

Parlando dello stato della rete a banda larga, Gamberale ha osservato: “il rischio è che si creino investimenti senza una domanda adeguata. Sono assolutamente d’accordo con l’ad di Telecom Bernabè quando dice che l’infrastruttura è adeguata. Oggi di una rete da 100 Megabit al secondo le famiglie, le aziende non sanno che farsene. Prima occorre creare un’adeguata capacità  di utilizzo”.

Quanto a Telecom, ha aggiunto, “speriamo che l’ad sia supportato fortemente sulle strategie dal consiglio di amministrazione. Io dico che non bisogna disturbare il guidatore. Dal punto di vista industriale Telecom è una tra le più efficienti compagnie di tlc europee e il debito non deriva dalla gestione industriale”.

“In Italia – ha aggiunto – il digital divide è molto più limitato di quello che si dice. C’è un knowledge digital divide che ci separa dal resto d’Europa. Il governo deve impegnarsi su come aumentare l’informatizzazione a partire dalla pubblica amministrazione e dalla scuola”.

Comments are closed.