MILLEPROROGHE: EDITORIA; MEDIACOOP, ORA GARANTIRE RISORSE

POL:MILLEPROROGHE
2009-02-12 17:24
MILLEPROROGHE: EDITORIA; MEDIACOOP, ORA GARANTIRE RISORSE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 12 FEB – Le norme sull’editoria contenute nel decreto ‘milleproroghe’ approvato ieri a Palazzo Madama rappresentano “un primo, importante passo sulla via della riforma che, tuttavia, ha bisogno di alcuni chiarimenti, impossibili da ottenere in Senato a causa dell’apposizione della questione di fiducia”: E’ quanto osserva in una nota Mediacoop, associazione nazionale delle cooperative editoriale e della comunicazioni. “In occasione del passaggio del testo alla Camera per la definitiva approvazione – spiega Mediacoop – è opportuno che il governo renda più chiaro ed esplicito il senso del comma 3 (1bis) e garantisca le risorse necessarie a rendere effettiva l’attuazione della disposizione”. Nell’articolo in questione viene stabilita “la priorità  ai contributi diretti nell’erogazione delle risorse e la cassa integrazione anche ai giornalisti dei periodici”. Quanto agli ex giornali di partito, il testo “conferma che se avevano maturato al 31 dicembre 2005 il diritto ai contributi, continuano a percepirli anche se non hanno più il partito di riferimento in Parlamento. Inoltre vengono estesi ai giornalisti dipendenti dei periodici i benefici della legge in tema di esodi e prepensionamenti previsti per le aziende editoriali in crisi”. (ANSA).
COM-MAJ/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari