Televisione

13 febbraio 2009 | 11:14

TV: ARRIVA TELEVISORE IN 3D, TRA SEI MESI DIVENTA REALTA’ PRESENTATA A PARIGI ‘SAT EXPO 2009′, A MARZO ALLA FIERA DI ROMA

TV: ARRIVA TELEVISORE IN 3D, TRA SEI MESI DIVENTA REALTA’
PRESENTATA A PARIGI ‘SAT EXPO 2009′, A MARZO ALLA FIERA DI ROMA
PARIGI
(ANSA) – PARIGI, 12 FEB – E’ in arrivo la televisione 3D e potrebbe entrare nelle case degli italiani già  tra sei mesi: è quanto sostiene Paolo Dalla Chiara, presidente di Sat Expo Europe, rassegna dedicata alle applicazioni dello spazio e delle telecomunicazioni che si terrà  alla Fiera di Roma dal 19 al 21 marzo. La grande novità  di quest’anno, vera attrazione della fiera, sarà  proprio lei, la tv via satellite tridimensionale, presto una realtà  anche per gli utenti. “Grazie alle tecnologie che stiamo sperimentando ed incrementando e con i nuovi televisori che saranno messi sul mercato tra settembre e ottobre e presentati ora a Sat Expo, sarà  possibile vedere il film o la partita in tre dimensioni. E tutto questo da casa. Basterà  attrezzarsi di una tv alta definizione e di un decoder” spiega all’Ansa Dalla Chiara che, insieme ad Arduino Patacchini, amministratore delegato di Skylogic e Direttore Multimedia di Eutelsat, ha presentato oggi all’Ambasciata d’Italia a Parigi il programma della manifestazione. La tecnologia promette dunque nuove sorprese e a Roma si potrà  fare il pieno di novità . Tra gli sviluppi del 3D c’é anche la trasmissione tridimensionale dal vivo per cinema e teatri attrezzati. “Da aprile-maggio partiranno i test per i live in 3D – continua il presidente di Sat Expo – eventi come il concerto di Elton John, trasmesso di recente live in 2D, saranno in un vicino futuro trasmessi in 3D”. Navigazione GPS, televisione satellitare su cellulare (che sarà  operativa a fine marzo), sviluppo delle applicazioni integrate, esplorazione dello spazio e sicurezza: questi i settori presentati a Sat Expo, alla sua seconda edizione alla Fiera di Roma. La terza giornata della rassegna sarà  in particolare aperta al pubblico con incontri e seminari per giovani e studenti delle università . “E’ un appuntamento importante per l’Italia – aggiunge Dalla Chiara – perché bisogna mostrare e mettere a confronto le proprie competenze e cercare nuovi mercati. Per noi i mercati naturali sono quelli del bacino del Mediterraneo che hanno bisogno di questo tipo di servizio e sono ormai pronti per partecipare a programmi spaziali”.

Comments are closed.