Borsino dei direttori

16 febbraio 2009 | 12:54

vice direttore di ‘Quattroruote’

La guida di Quattroruote si fa difficile in un periodo di vacche magrissime, e il direttore Mauro Tedeschini, in occasione del pensionamento di Roberto Boccafogli, sdoppia la vice direzione, come usava una volta nel mensile della Domus, e dal 2 febbraio punta su due copiloti di sicura esperienza, Marcello Minerbi (vedi ‘Borsino’) e Carlo Cavicchi. Quest’ultimo, di cui trattiamo qui, si occuperà  in particolare di coordinare l’ufficio centrale, delle notizie sulle auto, le anteprime, l’attualità  e le inchieste. Nato a Bologna il 29 maggio 1947, sposato, un figlio, Cavicchi ha studiato ingegneria fermandosi a tre esami dalla laurea. Comincia a fare il giornalista scrivendo di basket (tifa Virtus Bologna) e dopo le prime collaborazioni con Il Resto del Carlino nel 1970 va a proporsi alla Conti Editore per quello sport, ma subito finisce ad Autosprint e d’altronde ci stava, vista la pratica sulle quattro ruote come pilota di kart (e poi di rally, passionaccia che lo porterà  a presiedere per un po’ l’associazione dei giornalisti specializzati).
Undici anni dopo, nel 1981, va a Rombo come inviato e poi caporedattore, ma tre anni più tardi rieccolo ad Autosprint, condirettore a fianco di Italo Cucci e dopo quattro mesi direttore, incarico che conserverà  per ben quindici anni, fino al 1999.

Comments are closed.