Borsino dei direttori

16 febbraio 2009 | 13:00

da vice direttore a direttore del ‘Corriere’

Se la brusca defenestrazione di Federico Fioravanti dopo 12 anni di direzione del Corriere dell’Umbria (e di Arezzo, di Siena, di Rieti e della Sabina, di Viterbo e della Maremma) lascia una scia di polemiche, la scelta del successore è comunque interna al giornale e premia la lunga marcia di Anna Mossuto, entrata al giornale nel 1984 e lì rimasta salvo una parentesi di qualche mese come caporedattore dell’ufficio stampa del consiglio regionale. la sua designazione è stata salutata dalla redazione con un inedito voto di gradimento per acclamazione.
E bisogna pur notare che si tratta di una donna, caso raro in Italia dove per contare le direzioni di quotidiani al femminile basta una mano – erano quattro e tutte in testate provinciali o regionali prima dell’arrivo di Concita De Gregorio all’Unità  – come sottolinea Chiara Paolin in ‘Non è una stampa per donne’, analisi del fenomeno pubblicata nell’ultimo numero di Problemi dell’Informazione.
Salernitana di Polla, 46 anni, ha studiato prima al classico a Salerno e poi giurisprudenza a Perugia. Prima di laurearsi con una tesi su ‘Le regole dell’informazione tra deontologia professionale e diritto dei cittadini a essere informati’ e di prendere l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato (poi congelata perché in Italia due professioni alla volta non si possono fare), comincia a scrivere di cronaca per il Corriere dell’Umbria, giornale nato appena l’anno prima.

Comments are closed.