TLC

16 febbraio 2009 | 16:21

CELLULARI: DA BARCELLONA LE NOVITA’ PER BATTERE LA CRISI

CELLULARI: DA BARCELLONA LE NOVITA’ PER BATTERE LA CRISI
(AGI) – Barcellona, 16 feb. – Dal World Mobile Congress (WMC) di Barcellona, i colossi mondiali della telefonia mobile mettono in campo tutte le novita’ per battere la crisi. Il settore, fino ad oggi, relativamente colpito dalla recessione, si prepara al peggio: le previsioni, come sottolinea un recente studio del Gartner Group sono negative. Quest’anno, per la seconda volta nella storia le vendite dei telefoni portatili – la prima fu nel 2001, dopo l’esplosione della bolla internet – faranno registrare un calo, tra l’uno e il quattro per cento. Ma l’industria non vuole smettere di puntare sul futuro, perche’ questi momenti – spiegano all’unisono gli operatori presenti a Barcellona – rappresentano anche delle opportunita’ per innovare strategie, modelli organizzativi e competenze. E le prospettive sono tutte legate al successo degli smartphone, un mercato che cresce con grandissima rapidita’: “Noi crediamo che tutti i telefoni diventeranno smartphone”, ha dichiarato al Financial Times Mike Lazaridis, fondatore e Ceo della Research in Motion, la casa del BlackBerry, “Il mercato e’ in una fase di transizione e gli smartphone sono la piattaforma del futuro per molti servizi mobili”. Kai Oistamo, della Nokia, e’ d’accordo: “un tempo lo chiamavamo telefono portatile, oggi e’ un computer mobile, una macchina che portera’ maggiore potenza di calcolo e memoria, migliore grafica, connettivita’ e definizione delle immagini”. E un motivo per avere quanto meno fiducia nel futuro ci sarebbe: pochi giorni fa e’ stato raggiunto l’incredibile risultato di quattro miliardi di connessioni in tutto il mondo, la maggioranza degli esseri umani oggi parla, manda messaggi, o si collega alla rete attraverso un dispositivo mobile, e il potenziale di crescita del mercato e’ ancora molto ampio, considerando che due miliardi e settecentomila persone, la maggioranza delle quali vivono nei paesi in via di sviluppo, sono ancora prive di connessione. A Barcellona, durante il congreso, sono attesi oltre 60.000 operatori del settore, in rappresentanza di quasi 1300 aziende di tutto il mondo. Ci saranno i principali gestori telefonici, dalla Vodafone, a Telecom Italia, alla China Mobile, tutti i fabbricanti di dispositivi portatili, da Nokia a Samnsung, e le aziende Internet, che negli ultimi anni stanno concentrando i loro sforzi per conquistare fette sempre piu’ ampie di mercato, come Microsoft, Yahoo e Google. Assente la Apple. La fiera che si apre oggi, 16 febbraio e si conclude il 19 vedra’ anche la partecipazione di grandi nomi dell’industria digitale, da Steve Ballmer della Microsoft, che fara’ il discorsod’apertura, a Franco Bernabe’ di Telecom Italia che fara’ il punto sullo stato deell’arte della banda larga, a Kevin Spacey, che presentera’ e premiera’ i migliori ‘corti’ per cellulari, fino al musicista dei Black Eyed Peas, Will i. Am, per il settore musicale che ha un rapporto sempre piu’ stretto con la telefonia mobile.

Comments are closed.