Editoria, TLC

17 febbraio 2009 | 17:33

FASTWEB: PARISI “HO RINUNCIATO ALLA RAI PER RESTARE”

FASTWEB: PARISI “HO RINUNCIATO ALLA RAI PER RESTARE”
17/02/2009 – 13:56 – ECONOMIA

FASTWEB: PARISI “HO RINUNCIATO ALLA RAI PER RESTARE”

ROMA (ITALPRESS) – “Ho avuto una proposta da Berlusconi che mi ha molto inorgoglito. Ma gli azionisti di Fastweb mi hanno chiesto di assicurare la continuita’ di guida in una fase di pieno sviluppo e io ho sentito il dovere di non tirarmi indietro”. Stefano Parisi, Ad di Fastweb, spiega, nell’intervista pubblicata sul numero di febbraio del mensile “Prima Comunicazione” (in edicola da domani mercoledi’ 18 febbraio) com’e’ nata la sua candidatura a direttore generale della Rai e perche’ alla fine ha deciso di rinunciare per concentrarsi sull’azienda di tlc.
Con la sua offerta di servizi di telecomunicazione fissi e mobili, accesso Internet e Iptv, Fastweb per la prima volta da quando e’ nata dieci anni fa, chiudera’ il bilancio in attivo. “Le cifre”, conferma Parisi, “cominciano a darci ragione. Dati precisi non ne posso dare prima della presentazione ufficiale, ma ci aspettiamo risultati molto positivi. In dieci anni abbiamo raggiunto 1,5 milioni di clienti con un Ebitda superiore ai 500 milioni”.
In particolare Parisi e’ ottimista sul futuro della tv via Internet: “Sono convinto che l’Iptv esplodera’ perche’ e’ vero che c’e’ concorrenza fra satellitare e analogico – e prossimamente digitale terrestre – ma nessuna di queste piattaforme ha il potenziale dell’Iptv. I ricavi che puoi ottenere dall’Iptv, potenzialmente, sono maggiori. Pensiamo a cosa significa la possibilita’ di profilare la pubblicita’ sul cliente: a seconda delle tipologie di consumi, della localizzazione, dell’eta’, della composizione del nucleo familiare, eccetera. E ancora, c’e’ da esplorare il versante del servizio pubblico. Si pensi ai programmi educativi, rivolti alle scuole: con la Iptv puoi vedere un programma quando vuoi, con la massima flessibilita’ temporale”.
(ITALPRESS) – (SEGUE).
ads/com 17-Feb-09 13:56

Comments are closed.