TV: MATRIX; GIORNALISTI, PREOCCUPATI DA BREVE INCARICO VINCI

POL:TV
2009-02-17 17:23
TV: MATRIX; GIORNALISTI, PREOCCUPATI DA BREVE INCARICO VINCI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 17 FEB – L’assemblea di Videonews conferma lo stato di agitazione ed esprime preoccupazione per la “limitata durata temporale dell’incarico conferito ad Alessio Vinci”. Il giornalistà  guiderà  Matrix, succedendo a Enrico Mentana, dal prossimo martedì 24 febbraio fino a giugno. E’ quanto si legge in un documento dell’Assemblea che si è riunita oggi per fare il punto “dopo il drammatico divorzio consumatosi tra l’azienda e Mentana”. “I giornalisti Videonews – si legge – sono rammaricati per la mancata ricomposizione della vertenza ed esprimono un forte ringraziamento per il lavoro svolto da Enrico Mentana, figura centrale dell’informazione televisiva italiana e, fino ad oggi, patrimonio professionale di tutti i giornalisti Mediaset. L’incontro è stato anche l’occasione per augurare buon lavoro ad Alessio Vinci, nuovo conduttore di Matrix, e ad Alessandro Banfi, coordinatore del programma”. “L’assemblea – prosegue la nota – conferma lo stato di agitazione in attesa di verificare il mantenimento di tutti gli impegni presi dall’Azienda ed esprime profonda preoccupazione per la limitata durata temporale dell’incarico conferito ad Alessio Vinci, il cui ingaggio è attualmente previsto per soli quattro mesi. L’assemblea ribadisce, inoltre, la necessità  di difendere questo spazio informativo che ha portato prestigio e successo – in termini di ascolti – alla nostra testata, ma anche la necessità  di ampliare e potenziare gli spazi di approfondimento giornalistico, in linea con la vocazione di Videonews, come più volte ribadito dagli stessi vertici aziendali”. (ANSA).
SN/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi