Televisione

19 febbraio 2009 | 11:59

Rai/ Gasparri: Mia legge funziona e resta, Rognoni no Cose che succedono a chi eccede in presunzione

Rai/ Gasparri: Mia legge funziona e resta, Rognoni no
Cose che succedono a chi eccede in presunzione

Roma, 19 feb. (Apcom) – “Devo constatare che la legge Gasparri funziona. È stata applicata ancora una volta per rinnovare il Cda Rai e consentire all’azienda di aprire una nuova fase dopo le oscure vicende che, come nel caso dei diritti di Benigni, daranno lavoro ai tribunali”. Lo dichiara il presidente del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, che ironizza: “Non posso non rilevare che l’aver scritto 419 articoli contro la legge Gasparri non è bastato a Rognoni ad evitare la bocciatura da parte del suo schieramento”.

“Cose che succedono – osserva – a chi eccede in presunzione. La legge Gasparri resta. Rognoni e altri no. Avranno più tempo per scrivere tesi errate. Un consiglio: cambi titolo alla sua rubrica ‘settimo piano’, alludendo all’ufficio da consigliere Rai, sul giornale di partito. Ora i suoi compagni l’hanno messo in cantina”.

Comments are closed.