Editoria

20 febbraio 2009 | 16:10

De Agostini E./ Boroli:volontà  mantenere cartografia tradizionale Ma necessario ridimensionamento globale attività  azienda

De Agostini E./ Boroli:volontà  mantenere cartografia tradizionale
Ma necessario ridimensionamento globale attività  azienda

Milano, 20 feb. (Apcom) – La volontà  di De Agostini Editore “è quella di continuare le attività  della cartografia tradizionale (gli atlanti), restandone leader non solo in Italia”. Lo afferma in una nota Pietro Boroli, presidente el gruppo editoriale, replicando alla lettera dei sindacati inviata a stampa e istituzioni novaresi. “Credo che l’unica vera ‘umiliazione’, sconfitta, per me, per gli azionisti, per il management sia la perdita di posti di lavoro, la sofferenza che ciò si porta dietro e le difficoltà  che molte famiglie incontreranno”, prosegue Boroli. “Speriamo tutti che queste difficoltà  potranno essere attutite attraverso un confronto costruttivo”.

In questi anni, ha ricordato il presidente di De Agostini Editore, subholding editoriale del gruppo De Agostini, “la società  ha diversificato, con successo, le sue attività , mantenendone a Novara il quartier generale. L’editoria sta attraversando ormai da alcuni anni una crisi strutturale che è davanti agli occhi di tutti: più internet a banda larga, più telefonini, più piattaforme pay TV e prodotti tecnologici”. Il declino, prosegue, “è particolarmente evidente in due dei nostri settori: le Grandi Opere e la Cartografia ma non ha risparmiato nemmeno il Collezionabile, il Direct Marketing e le Iniziative Speciali”. “Contrazioni così importanti – conclude – purtroppo hanno come conseguenza la necessità  di un ridimensionamento globale delle attività  dell’azienda”.

Comments are closed.