Comunicazione

23 febbraio 2009 | 11:21

TV: CURRENT, SUI MURI DI ROMA I MANIFESTI BOCCIATI DA ATAC

TV: CURRENT, SUI MURI DI ROMA I MANIFESTI BOCCIATI DA ATAC
ROMA
(ANSA) – ROMA, 22 FEB – Dopo il veto incassato dalle autorità  locali romane, Current tv, il social news network fondato da Al Gore e in onda sul canale 130 di Sky, decide di andare avanti e dal 2 marzo le affissioni pubblicitarie per il lancio delle inchieste Vanguard – programma di punta della nuova stagione in onda dal 10 marzo, dedicato al giornalismo d’inchiesta sul campo – compariranno sui muri di Roma per due settimane. L’affissione nella capitale sarà  preceduta il 26 Febbraio da quella nella metropolitana di Milano, approvata invece dal Comune con le medesime immagini censurate dall’Atac. “I manifesti – chiarisce Paolo Lorenzoni, Direttore Marketing di Current – dovevano essere affissi all’interno delle stazioni metro e non su autobus o mezzi in movimento come ha detto il Presidente Atac, Massimo Tabacchiera” (“quei manifesti non vanno bene per i mezzi in movimento, la gente non ha il tempo di fermarsi a leggere e comprendere il senso del messaggio”, aveva detto Tabacchiera). Tommaso Tessarolo, General Manager di Current Italia, dice: “Non volevamo certo turbare il clima sociale della capitale, ma semplicemente ottenere l’attenzione dei cittadini su temi di attualità  di respiro globale. La decisione del Comune di Roma ci é sembrata una censura preventiva, che arriva insieme alla giustizia fai-da-te, in perfetto stile pre-Obama”. I contenuti delle due inchieste Vanguard, ‘La guerra segreta all’Iran’ e ‘I Martiri della camorra’, saranno su Current rispettivamente il 10 e il 18 Marzo alle 23.00.

Comments are closed.