Comunicazione

23 febbraio 2009 | 12:55

SAN FRANCESCO: VALLECCHI PUBBLICA “LEGENDA MAIOR”

SAN FRANCESCO: VALLECCHI PUBBLICA “LEGENDA MAIOR”
(AGI) – Roma, 23 feb. – E’ il 16 aprile 1209, quando Papa Innocenzo III concede la sua approvazione alla formula vitae con la quale san Francesco d’Assisi e i suoi confratelli si impegnano a vivere in poverta’, obbedienza e in castita’, seguendo la dottrina e l’esempio di Gesu’ Cristo. Si tratta dell’approvazione della Regola Francescana e dell’atto di nascita dell’Ordine, di cui quest’anno si festeggiano gli ottocento anni. La casa editrice Vallecchi dedica a questa ricorrenza la prima e unica riproduzione integrale del manoscritto Vittorio Emanuele 411, il piu’ importante codice miniato della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, contenente una delle piu’ antiche e preziose redazioni della Legenda maior sancti Francisci, la biografia ufficiale del Santo di Assisi scritta da San Bonaventura da Bagnoregio su commissione dell’Ordine dei frati minori e approvata dal Capitolo generale di Pisa nel 1263. Il Codice Vittorio Emanuele 411 riprodotto da Vallecchi in una accurata edizione facsimilare fu realizzato nel XIV secolo, circa un secolo dopo che Bonaventura aveva scritto la Legenda maior e ne contiene il testo completo, ha dimensioni superiori a quelle degli altri codici della Legenda, e’ scritto in una regolare littera textualis ed e’ riccamente decorato con una notevole abbondanza di iniziali miniate e da ben diciassette immagini che raffigurano episodi della vita del santo su fondo oro, tanto da farne una rarita’, visto che pochi sono i codici miniati della Legenda appartenenti a quel periodo. Il formato, diverso e piu’ grande, rispetto a quelli piu’ piccoli, da tenere a portata di mano, sembrerebbe quello di un codice da biblioteca, purtroppo non se conosce con esattezza l’origine, ma secondo gli studiosi, sarebbe da attribuire all’area emiliano-romagnola e con molta probabilita’ fu commissionato da una facoltosa committente; una figura femminile inginocchiata compare infatti piu’ volte in alcune miniature. Il facsimile e’ corredato da un commentario contenente i saggi del professor Franco Cardini, medievista di fama internazionale, della dottoressa Francesca Niutta responsabile del Fondo Manoscritti della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e della dottoressa Maria Alessandra Bilotta, studiosa di miniatura medievale.

Comments are closed.