Editoria, Televisione

24 febbraio 2009 | 11:32

MENTANA: NON CREDO A CLIMA PAPPA E CICCIA TRA RAI E MEDIASET

MENTANA: NON CREDO A CLIMA PAPPA E CICCIA TRA RAI E MEDIASET
(AGI) – Roma, 23 feb. – “Il discorso Raiset applicato a Sanremo non esiste, la musica non e’ ne’ della Rai, ne’ di Mediaset, ne’ de LA7. Non penso che ci sia un clima generale di pappa e ciccia tra Rai e Mediaset”. Cosi’ Enrico Mentana, intervenuto stasera a L’infedele di Gad Lerner su LA7. Commentando per la prima volta in tv la vicenda delle sue dimissioni da direttore editoriale di Mediaset Mentana dichiara: ‘Non so cosa sia successo con Silvio Berlusconi, ma con gli altri mi piacerebbe saperlo, sono passati quindici giorni e non ho ricevuto nessuna chiamata da dirigenti Mediaset. Sicuramente la mia concezione di giornalismo applicata a Matrix, come spazio aperto a tutti, forse non e’ piaciuta. Quello che e’ successo due settimane fa – il fatto che dalle 20.30 fino a mezzanotte inoltrata non si parlasse piu’ di Eluana – non ha senso. Per me – prosegue Mentana – e’ stato un errore di programmazione. Questo non e’ nel dna di Canale 5. Quando nel 1992 ho preso in mano la parte informativa di Canale 5 la linea di condotta era diversa, e’ cambiata nel corso d’opera e non e’ stata fatta con una teorizzazione a monte’.

MENTANA: NON CREDO A PAPPA E CICCIA TRA RAI E MEDIASET (2)
(AGI) Roma, 23 feb. – Mentana ha anche fatto riferimento alla proprieta’ di Mediaset. “Quando la tua parte governa – ha detto – meno informazione c’e', meno fastidi ci sono e meglio e’”. Mentana ha aggiunto che “tutti coloro che si alternano al governo vorrebbero che delle crisi si parlasse il meno possibile. In questo caso si e’ creata una situazione per cui l’informazione deve essere tranquilla, ci sono canali istituzionalizzati di rapporto con palazzo Chigi e l’approfondimento scivola verso la mezzanotte. Chiamatelo come volete ma e’ quello che e’ accaduto”.

Comments are closed.