STUPRI: QUESTORE DI ROMA STRIGLIA I GIORNALISTI

STUPRI: QUESTORE DI ROMA STRIGLIA I GIORNALISTI
(AGI) – Roma, 24 feb. – Nei casi di stupro spesso la stampa adotta metodi poco ortodossi: tenta di ottenere l’indirizzo privato delle vittima, si presenta sotto casa per riprenderla mentre esce. Insomma, cerca lo scoop a tutti costi. Il questore di Roma Giuseppe Caruso, richiama gli organi di stampa ad un comportamento piu’ rispettoso delle vittime di stupro. Lo fa durante unm convegno dedicato alla violenza sulle donne e ricorda che il vero problema nella maggior parte dei casi e’ quello di non far subire altri traumi alle donne che hanno subito la violenza. Parlando dei recenti fenomeni accaduti a Roma, Caruso ha sottolineato che c’e’ stata una “sequenza temporale tremenda”, che non significa pero’ che il fenomeno e’ piu’ evidente.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari