Editoria

24 febbraio 2009 | 18:01

Giornalismo/ Come lo cambiano blog e social network

Giornalismo/ Come lo cambiano blog e social network
Tavola rotonda domani alla Fnsi

Roma, 24 feb. (Apcom) – Come cambia il giornalismo nel proliferare dei media digitali? Il citizen journalism, la crisi della carta stampata, i blog, il successo pervasivo dei social network, sono spunti di riflessione per cercare di capire quale saranno i possibili scenari dell’informazione di domani.
Se ne parla a Roma nella tavola rotonda “Informazione 2.0. Come cambia il giornalismo tra media tradizionali, blog e social network”, che si terrà  in occasione della presentazione del libro “Penne Digitali 2.0″ (Centro di Documentazione Giornalistica) mercoledì 25 febbraio alle 11 nella sede della Federazione nazionale della stampa italiana.
Con gli autori del volume, Carlo Baldi e Roberto Zarriello, ne discutono Franco Siddi e Roberto Natale rispettivamente, segretario e presidente della Fnsi, Luca Conti, autore del blog Pandemia.info, Cesare Protettì, capo redattore centrale dell’Agenzia Apcom e docente di Editoria multimediale alla Lumsa e Giuseppe Smorto, responsabile di Repubblica.it.
Propio Smorto, nella prefazione al libro, sostiene che “il web è una opportunità  e non una minaccia per l’informazione”. Ci porta a “un giornalismo più moderno, che sfrutta la tecnologia per abbattere i muri e non per creare cortili virtuali per iniziati”.
Il volume, oltre ad essere un manuale puntuale di teoria e tecniche di web journalism, contiene indicazioni preziose di stile e di scrittura giornalistica. Analizza i vari generi di informazione, spaziando da quella politica a quella sportiva.
Indica le possibili insidie della rete date dal moltiplicarsi di fonti da cui attingere le notizie. Studia le tendenze figlie di internet, come il diretto rapporto tra giornalisti e lettori, “l’informazione alternativa”, la rinascita della terza pagina sul web e l’ampia diffusione in rete del giornalismo “sociale”.

Comments are closed.