Comunicazione

26 febbraio 2009 | 13:58

Rai/ Commissari Pd riuniti su cda:su tavolo ‘nodo’ Petruccioli

Rai/ Commissari Pd riuniti su cda:su tavolo ‘nodo’ Petruccioli

Avviate trattative con Governo: spunta ipotesi ulteriore rinvio

Roma, 26 feb. (Apcom) – Riunione dei commissari del Pd della Vigilanza, questa mattina, per fare il punto sulle trattative tra maggioranza e opposizione in corso per completare il vertice Rai.
L’incontro, promosso dal capogruppo in Vigilanza Fabrizio Morri, al quale non ha partecipato il segretario Dario Franceschini, è stato aggiornato a lunedì prossimo, quando gli esponenti democratici saranno informati dell’esito dell’esplorazione che il leader del Pd sta conducendo con Palazzo Chigi alla ricerca di un nome condiviso per la presidenza Rai.

Nel corso della riunione, riferiscono i partecipanti, non è stato fatto alcun nome: “ci hanno spiegato che le ipotesi sono tutte sul tavolo e che siamo ancora in una fase preliminare”, spiega un deputato del Pd. Il nodo da sciogliere, in primo luogo, è se spingere per una riconferma di Petruccioli o puntare su un nome nuovo. Solo dopo aver sondato Palazzo Chigi sulle possibilità  di prorogare l’attuale presidente, spiegano i partecipanti alla riunione, si passerà  a indicare un nome, o più probabilmente, i nomi alternativi. Che l’attuale presidente goda di un seguito notevole nel partito, a cominciare dal capogruppo Morri, non è un mistero. Tuttavia, non mancano i critici: “Sono disposto a votare anche il primo che passa per la strada, piuttosto che Petruccioli”, ha tuonato il radicale Marco Beltrandi durante la riunione.

Dunque, i contatti con Palazzo Chigi sono stati avviati: tuttavia, non è detto che entro lunedì si riesca a trovare la quadra. Tra le ipotesi illustrate stamane, infatti, anche quella di un ulteriore rinvio: sarebbe l’extrema ratio, ma l’Assemblea degli azionisti di martedì potrebbe decidere di formalizzare solo le nomine dei sette consiglieri votati dalla Vigilanza, e lasciare in stand by la pratica della presidenza. Che sarebbe occupata ‘ad interim’, come già  accaduto più volte nella storia dell’azienda, dal consigliere anziano, in questo caso Guglielmo Rositani.

Comments are closed.