SACCA’: LEGALI, ORA POSSIBILI AZIONI CONFRONTI RAI E DIRIGENTI

SACCA’: LEGALI, ORA POSSIBILI AZIONI CONFRONTI RAI E DIRIGENTI
(AGI)- Roma, 26 feb. – Bisognera’ prima attendere la decisione del gip ma se le previsioni saranno rispettate, sono prevedibili azioni legali nei confronti della Rai ed anche del suo vertice a tutela di Agostino Sacca’. E’ quanto filtra dai legali dell’ex direttore di Rai Fiction, da un paio di settimane in pensione, dopo la richiesta dell’accusa di archiviare la vicenda che riguarda Sacca’ e relativa alle famose intercettazioni telefoniche. “Il collegio dei legali – dichiara all’Agi il professor Federico Tedeschini, che con l’avvocato Nicola Petracca assiste Sacca’ per la parte civilistica – sta valutando le conseguenze sul piano civile dell’iniziativa, e una volta preso atto delle decisioni del gip, scaturira’ un aggravamento della responsabilita’ della Rai per il comportamento tenuto nei confronti di Sacca’. E’ stato un comportamento, quello dell’azienda e di chi del suo vertice ne e’ stato protagonista nella vicenda, che puo’ essere definito piu’ realista del re”. Il professor Tedeschini annuncia anche l’intendimento di interessare della questione anche la Corte dei Conti, “ci piacerebbe sapere come valutera’ le responsabilita’ in merito ai danni che questa vicenda ha finito con l’avere per l’intera azienda, come pure sapere come i responsabili spiegheranno ora questa vicenda stessa”. Tedeschini ricorda, infine, “le numerose dichiarazioni pubbliche venute da alcuni dei rappresentanti del vertice Rai in relazione al comportamento di Sacca’, mettendone in discussione l’integrita’ morale e il ruolo. Non dimentichiamo che c’e’ stato qualcuno che ha parlato addirittura di Sacca’ come di un cancro per la Rai e dunque da estirpare…”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi