FI-PDL: NASCE DIPARTIMENTO CULTURA LOMBARDIA

FI-PDL: NASCE DIPARTIMENTO CULTURA LOMBARDIA
(AGI) – Milano, 2 mar. – “Termina la stagione dei conflitti, nasce la Cultura della Liberta’”. Cosi’ Federico d’Annunzio ha aperto oggi a Palazzo Reale di Milano la presentazione del Dipartimento Cultura FI-Pdl Lombardia, di cui e’ responsabile politico. “Cultura e Politica devono ritornare in sintonia e trovare una giusta collocazione nella vita dei cittadini e sul territorio” ha proseguito d’Annunzio. “L’improvvisa accelerazione della tecnologia ha generato una nuova realta’, che richiede nuovi valori e nuove regole. Gli uomini di cultura devono scendere in campo per ricostruire il Senso. E la politica, da parte sua, deve richiamare i cittadini alla responsabilita’ civile. E’ fondamentale, poi, recuperare uno stretto rapporto con le Universita’ e le scuole, sono loro i veri motori del cambiamento. Senza cultura non si va da nessuna parte”. Amedeo Carcassi, responsabile dei Dipartimenti regionali della Lombardia, ha sottolineato il valore del territorio: “I Dipartimenti che operano attualmente in Lombardia sono venticinque e la loro principale finalita’ e’ quella di selezionare le idee giuste per far si’ che la gente torni a partecipare attivamente alla vita politica. E’ necessario ascoltare e vivere la realta’ delle province e dei comuni. Solo partendo dal li’ si puo’ realizzare un progetto culturale a lungo termine”. Il primo appuntamento del Dipartimento Cultura si terra’ il 24 aprile al Teatro Bibiena di Mantova. Con il Ministro della Cultura Sandro Bondi, e il Presidente del Touring Club Roberto Ruozi, si affronteranno i temi della Bellezza e della Responsabilita’. (AGI) Com/Cre

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi