TV: EUROPA 7 A TAR, INTEGRARE NUMERO FREQUENZE

SPE:TV
2009-03-05 17:27
TV: EUROPA 7 A TAR, INTEGRARE NUMERO FREQUENZE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 5 MAR – L’assegnazione di una sola frequenza televisiva è insufficiente ad assicurare la copertura dell’80% del territorio nazionale e dei capoluoghi di provincia così come richiesto dalla normativa. E’ la ragione per la quale ‘Centro Europa 7’ si è rivolta al Tar del Lazio per chiedere la sospensione prima, e il successivo annullamento in sede di giudizio di merito, del decreto ministeriale con il quale l’11 dicembre scorso, assegnando le frequenze televisive, ne ha affidato alla società  una sola. Oggi, davanti alla III sezione Ter del tribunale amministrativo è arrivata la questione in discussione. Ma si è risolto tutto in un rinvio tecnico dell’udienza. “Abbiamo scoperto – ha detto un legale di Europa 7, Ottavio Grandinetti – che il nostro consulente, la società  Irte, incaricata di sostenere tecnicamente l’insufficiente copertura territoriale in relazione alle frequenze assegnate, ha redatto una perizia sulla stessa questione su incarico del ministero nostro concorrente in giudizio. Il rinvio accordato dai giudici ci consentirà  di venire a capo della vicenda e valutare il da farsi”.(ANSA).
YJ1-GB/MEA S0B S41 QBXL

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi