RAI: CUILLO (PD), SERVIZIO PUBBLICO NON E’ PORTAVOCE GOVERNO

RAI: CUILLO (PD), SERVIZIO PUBBLICO NON E’ PORTAVOCE GOVERNO
(AGI) – Roma, 6 mar. – “Come al solito il presidente del Consiglio chiede all’informazione di non fare informazione. Tra poco si spingera’ ancora piu’ in la’ e chiedera’ ai giornalisti sportivi di evitare di parlare delle sconfitte del Milan. Non ce la fa proprio ad avere brutte notizie”. Lo afferma Roberto Cuillo (Pd), commentando le dichiarazioni del premier sulla televisione pubblica. “Non si capisce poi per quale motivo la tv di Stato (che essendo dello Stato e’ di tutti) cioe’ il servizio pubblico debba per forza, secondo Berlusconi, difendere il governo. La Rai fa il suo dovere raccontando il paese per quello che e’, c’e’ chi lo fa meglio e chi lo fa peggio – conclude Cuillo – ma sicuramente non e’ tra i suoi compiti di servizio pubblico quello di essere portavoce del governo. La verita’ e’ che questo governo sta sottovalutando gli effetti della crisi economica nel paese, e’ incapace di dare un risposta, e alla fine se la prendono con l’informazione come al solito”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi