Editoria

06 marzo 2009 | 17:34

EDITORIA: UNITA’;CDR, APERTURE SI’ MA DOPO ANNUNCIO SCIOPERO

POL:EDITORIA
2009-03-06 15:37
EDITORIA: UNITA’;CDR, APERTURE SI’ MA DOPO ANNUNCIO SCIOPERO
(V. ‘EDITORIA: UNITA’; AD, CONFRONTO DEVE…’ DELLE 11:55)
ROMA
(ANSA) – ROMA, 6 MAR – “Il Cdr de l’Unità  prende atto delle aperture annunciate dall’amministratore delegato comunicate successivamente alla proclamazione dello sciopero da parte dell’Assemblea dei redattori che non farà  uscire in edicola il giornale domani sabato 7 marzo”: è la replica del comitato di redazione dell’Unità  all’amministratore delegato della Nie (Nuova Iniziativa Editoriale, società  editrice dell’Unità ), Antonio Saracino. L’ad ha richiamato tutti al senso di responsabilità  nell’attuale situazione di crisi. “Come il dottor Saracino sa – replica la rappresentanza sindacale – non sono mai venuti meno il senso di responsabilità  e la disponibilità  al dialogo da parte del comitato di redazione. A questi deve corrispondere finalmente, però, la presentazione in tempi rapidissimi di un piano circostanziato che contenga numeri e proposte precise – indispensabili per un avvio proficuo di una trattativa – circa gli interventi ipotizzati sulla redazione e sul prodotto”. “La disponibilità  al confronto – sottolinea il Cdr – ci impone di non entrare nel merito di ricostruzioni inesatte relative all’incontro di ieri. D’accordo con la Federazione nazionale della Stampa e con l’Associazione Stampa romana, il Cdr de l’Unità  ribadisce che solo con un confronto sereno e costruttivo che tuteli il futuro del giornale, l’unità  della redazione e il progetto di rilancio portato avanti dalla direzione con risultati positivi è possibile trovare una soluzione ai problemi della testata”. (ANSA).
SN/ S0A S41 QBXB

Comments are closed.