INFORMATICA: ASSINFORM, CON CRISI PERSI 47.000 ADDETTI

INFORMATICA: ASSINFORM, CON CRISI PERSI 47.000 ADDETTI
MILANO
(ANSA) – MILANO, 10 MAR – Quarantasettimila addetti. Questo il conto della crisi per le aziende italiane del comparto dell’informatica, secondo l’anteprima del tradizionale rapporto Assinform (Confindustria) di primavera, che fornisce una radiografia completa del settore. Secondo il presidente Ennio Lucarelli, “la crisi ha mandato in fumo l’aumento occupazionale registrato nel settore in 3 anni”. A suo avviso “non si tratta di fare dell’allarmismo, ma di valutare il fatto che negli ultimi mesi del 2008 i tempi della crisi si sono fortemente accelerati”. Le conseguenze sono una “forte riduzione della domanda d’innovazione tecnologica, che per il settore dell’Information technology (It) ha significato chiudere l’anno con una diminuzione della crescita allo 0,8%, a fronte del +2% del 2007”. In pratica l’informatica italiana ha vissuto un “pesante rallentamento” nel 2008 per andare incontro ad una vera e propria crisi nell’anno in corso, con un calo previsto del 5,9%. Sommando informatica e telecomunicazioni, nel 2008 il mercato italiano ha raggiunto quota 64,46 miliardi di euro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari