RAI: MUSSOLINI, O META’ DELLE POLTRONE O SCIOPERO CANONE

RAI: MUSSOLINI, O META’ DELLE POLTRONE O SCIOPERO CANONE
(AGI) – Roma, 12 mar. – “O si assegnano a candidate donne la meta’ delle poltrone Rai, oppure parte lo sciopero rosa del canone”. Alessandra Mussolini, Paola Concia e Melania Rizzoli, in aula alla Camera avviano la loro battaglia contro la discriminazione delle donne nella partita delle nomine Rai. “Se non si rispetta l’articolo 51 della Costituzione, assegnando la meta’ dei vertici Rai alle donne, proporremo lo sciopero rosa del canone” affermano in perfetta sintonia le esponenti Pdl e Pd. La protesta si sposta dall’aula al Transatlantico e le tre parlamentari spiegano ai giornalisti che “le quote devono essere rispettate anche in questo caso in base all’articolo 51 della Costituzione”. A chi chiede quali siano le possibili candidature, Melania Rizzoli avanza quella di Renata Polverini, leader dell’Ugl. Mentre Alessandra Mussolini spiega: “non mi pare che tra gli uomini siano emersi nomi tali da non trovare nomi di donne altrettanto qualificate e autorevoli”. (AGI) Ted

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi