Protagonisti del mese, Scelte del mese

12 marzo 2009 | 15:47

Case editrici – Condenet. Maruzzi non ci sta

All’inizio di marzo il presidente di Condé Nast International, Jonathan Newhouse, ha inviato una lettera a tutte le sedi della casa editrice, annunciando le dimissioni di Stefano Maruzzi, il presidente
di CondéNet International che negli ultimi due anni ha guidato tutte le attività  su Internet del gruppo al di fuori degli Stati Uniti. Maruzzi ha detto di no alla nuova organizzazione sul web decisa da Newhouse, motivando ufficialmente le sue dimissioni con l’intenzione di voler ritornare in Italia. La nuova organizzazione per il business Internet di Condé Nast International riporta la responsabilità  delle scelte strategiche ed editoriali sul web al capo azienda di ogni società  locale. Insomma esattamente il contrario dell’organizzazione impostata con Maruzzi. Il direttore di CondéNet in ciascun Paese riporterà  al capo (presidente o ad) della Condé Nast locale. In pratica questo significa che Massimo Crotti, direttore di CondéNet Italia, che prima riferiva a Stefano Maruzzi, presidente di CondéNet International, ora riporterà  invece a Giampaolo Grandi, presidente e amministratore delegato di Condé Nast Italia.
Newhouse si dice dispiaciuto della decisione di Maruzzi, elogiando il lavoro svolto e i “sostanziali risultati” ottenuti in questi due anni dal manager italiano. “I siti web sono stati rimodernati e sono cresciuti sia nel traffico sia nei ricavi; nuovo personale si è unito a noi aumentando il livello delle prestazioni; le procedure tecniche sono state migliorate e rese più uniformi, e le attività  sul web sono diventate più efficienti”, afferma Newhouse nella lettera, e sottolinea che tutto ciò è stato ottenuto grazie al “lavoro instancabile, l’alto livello professionale, la determinazione, l’impegno per l’eccellenza e l’integrità ” di Maruzzi.

(La versione integrale dell’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 393-marzo 2009)

Stefano Maruzzi

Comments are closed.