Scelte del mese

12 marzo 2009 | 16:25

Radio – Radio 24. Con l’elefante i centralini scoppiano

Nel prime time mattutino della Radio 24 firmata Gianfranco Fabi è scesa in campo una squadra di fuoriclasse. La nuova fascia ’24 Mattina’ condotta a partire dalle 7,30 da Alessandro Milan, transita alle 8,35 per l’editoriale in 100 secondi di Ferruccio de Bortoli (‘L’asterisco’) e si conclude alle 9 con l’irruzione dell”Elefante’ Giuliano Ferrara che in poche settimane di trasmissione è già  diventato la star della radio del Sole 24 Ore.
In diretta dal lunedì al venerdì fino alle 10 il programma ‘Parliamo con l’Elefante’ si apre con una riflessione sui temi caldi, a cui contribuiscono ospiti ed esperti, per poi lasciare spazio alle telefonate degli ascoltatori. Nella storia radiotelevisiva del direttore del Foglio è il primo programma che prevede il confronto diretto con il pubblico e il risultato è entusiasmante: con Ferrara in onda il microfono si infiamma. Le telefonate e le e-mail che arrivano in redazione sono superiori di un terzo rispetto agli standard mattutini dell’emittente.
Tra i temi che hanno intasato i centralini di via Monte Rosa, c’è il caso Battisti discusso da Toni Negri, il primo intervento radiotelevisivo di Enrico Mentana per spiegare le dimissioni da ‘Matrix’, l’autodifesa dello ‘spione’ Gioacchino Genchi, la polemica tra Storace e Gasparri sulla riforma elettorale, il confronto tra il teologo del dissenso Vito Mancuso e il vaticanista Sandro Magister sul Concilio Vaticano terzo. E ancora la puntata sulle dimissioni di De Benedetti e la ricostituita coppia Ferrara-Armeni che intervista Rutelli ricordando i tempi di ‘Otto e mezzo’.
(La versione integrale dell’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 393-marzo 2009)

Comments are closed.