Scelte del mese

12 marzo 2009 | 16:31

Televisione – Dahlia. La pay tv per i maschi adulti

Con 150 euro Dahlia Tv dà  un anno di sport e sesso
Cercansi uomini duri, amanti di calcio, boxe, rugby, sport estremi e cinema hard. Con questo biglietto da visita, il 7 marzo, si è presentata al mercato Dahlia Tv, il nuovo bouquet di canali televisivi ad accesso condizionato (carte prepagate e abbonamento) sul digitale terrestre, che ha rilevato da Telecom Italia Media le attività  e i clienti di La7-Cartapiù.
Dahlia è il brand con cui si affaccia in Italia il gruppo svedese Airplus Tv, controllato dalla famiglia Wallemberg, nome di riferimento dell’imprenditoria svedese, già  proprietaria di marchi come Saab (aerei e auto) e Scania (veicoli pesanti). Airplus Tv è già  presente sul mercato della televisione pay per view in Svezia, Finlandia e Spagna (dove ha lanciato il brand Dahlia) e ha in programma di estendere l’attività  in Portogallo. L’offerta di Dahlia Tv in Italia è articolata, per il momento, su cinque aree tematiche: Calcio (con la trasmissione delle partite di serie A e B), Sport (notizie e talk show, con particolare spazio a boxe e rugby), Xtreme (dedicato a sport estremi come paracadutismo, bungee jumping, arti marziali, wrestling e alle attività  di corpi speciali militari e di polizia), Eros (film soft core d’autore e anni Settanta) e Adult (canale criptato porno no limits).
Dahlia eredita da La7-Cartapiù un bacino di 240mila clienti e i diritti di trasmissione delle partite di serie A di squadre come Fiorentina, Bologna, Sampdoria, Palermo, Cagliari, Catania, Udinese, Lecce e Siena e di Parma, Livorno e Bari, che giocano in serie B. Il pacchetto è stato ceduto da Telecom Italia Media, lo scorso autunno, per 16,6 milioni di euro.
(La versione integrale dell’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 393-marzo 2009)

Comments are closed.