New media

13 marzo 2009 | 16:00

SALUTE: ON LINE IL PRIMO WEB MOVIE SULL’INSUFFICIENZA RENALE

SALUTE: ON LINE IL PRIMO WEB MOVIE SULL’INSUFFICIENZA RENALE
(AGI) – Roma, 13 mar. – Forte affaticabilita’, vertigini, dolori muscolari. L’insufficienza renale cronica colpisce tra il 6 e l’11% della popolazione italiana e se non curata puo’ portare alla dialisi e al trapianto. Spesso la malattia viene trascurata fino agli stadi avanzati, perche’ rimane spesso silenziosa fino alla comparsa di serie conseguenze come l’anemia, che ha un impatto fortemente negativo sulla qualita’ di vita dei pazienti. Proprio per sensibilizzare e informare sulla patologia, all’indomani della Giornata Mondiale del Rene 2009, la Societa’ Italiana di Nefrologia (SIN) e la Fondazione Italiana del Rene (FIR), con il contributo di Roche, hanno scelto la via del cortomoetraggio sul web: “Accordi in RE. Un concerto da capogiro”, in prima visione sul sito www.renianemia.it. L’obiettivo del web movie e’ quello di far conoscere una delle piu’ diffuse malattie renali: l’insufficienza renale cronica, raccontata dal punto di vista del paziente mettendo in luce le emozioni, i brevi momenti quotidiani, i sentimenti, le relazioni. E’ in questa realta’ che l’anemia da insufficienza renale ha il suo maggiore impatto: nella vita quotidiana, nei progetti e nelle scelte di ogni giorno. La musica fa da sottofondo alle emozioni e al percorso di Marco, un famoso direttore d’orchestra protagonista della storia: la stanchezza e l’affaticabilita’ causate dalla malattia renale e dall’anemia, l’importante incontro con il nefrologo, la diagnosi, la paura della dialisi, il nuovo equilibrio e la voglia di provare a convivere con la malattia. Perche’ i reni sono due piccoli organi che hanno un ruolo fondamentale nell’orchestra del corpo e Marco imparera’ a prendersene cura dirigendo al meglio la sua “orchestra”. “Sono convinta che questo progetto dimostra l’efficacia di utilizzare strumenti nuovi e forse un po’ insoliti per informare e sensibilizzare su tematiche importanti come la salute. L’impatto creato da una storia raccontata attraverso una pellicola e’ sicuramente molto forte – ha dichiarato l’attrice Gabriella Pession, testimonial della Fondazione Italiana del Rene – Il cinema e’ un mezzo molto efficace e moderno. Da attrice trovo che utilizzare questo strumento per catturare l’attenzione delle persone su un tema importante come la salute dei reni sia una cosa molto giusta. Ho iniziato alcuni anni fa a interessarmi al tema della salute, incluse le malattie renali con la Fondazione Italiana del Rene, di cui sono un’entusiasta sostenitrice, e mi piacerebbe occuparmene anche piu’ da vicino: sarebbe per me un onore poter collaborare in modo piu’ diretto per sensibilizzare il pubblico all’argomento della prevenzione in qualunque campo della salute”. Il film e’ visibile anche attraverso pagine dedicate su YouTube e Facebook.

Comments are closed.