Editoria

16 marzo 2009 | 11:30

GIORNALISTI: SCOMPARSA TONI-DE PALO;ORDINE,VIA SEGRETO STATO

GIORNALISTI: SCOMPARSA TONI-DE PALO;ORDINE,VIA SEGRETO STATO
ANCONA
(ANSA) – ANCONA, 16 MAR – L’Ordine dei giornalisti delle Marche ha chiesto ufficialmente al presidente della Repubblica, al presidente del Consiglio e ai presidenti di Camera e Senato di togliere il segreto di Stato sulla vicenda di Italo Toni e Graziella De Palo, i due giornalisti scomparsi in Libano il 3 settembre 1980, dei quali non si hanno più notizie da quasi 29 anni. Italo Toni era marchigiano (di Sassoferrato), Graziella De Palo romana. Le famiglie cercano da tempo di aprire uno spiraglio di verità  sulla loro sparizione. Toni e De Palo, ricorda un documento approvato all’unanimità  dal Consiglio dell’Odg Marche, si trovavano a Beirut da una decina di giorni per documentare le condizioni di vita dei profughi palestinesi e la situazione politico-militare di quella tormentata aerea del mondo. Il 2 settembre 1980 uscirono dal loro albergo per raggiungere con una jeep del Fronte democratico popolare per la liberazione della Palestina al Castello di Beaufort, lungo una delle linee di fuoco. “Italo Toni – rimarca l’Ordine – era un professionista di lunga esperienza, profondo conoscitore dei problemi del Medio Oriente e redattore dei Diari, una catena di giornali regionali che l’editore Parretti stava lanciando in quegli anni. Graziella De Palo era una giovane e coraggiosa collaboratrice di Paese Sera e dell’Astrolabio, la testata fondata a diretta da Ferruccio Parri, dalle cui colonne aveva denunciato e documentato i traffici internazionali di armi che avvenivano nonostante l’embargo dell’Onu”.

Comments are closed.