Editoria

17 marzo 2009 | 14:49

EDITORIA: LA DESTRA…IN RIVISTA, DAL DOPOGUERRA A OGGI

EDITORIA: LA DESTRA…IN RIVISTA, DAL DOPOGUERRA A OGGI
(AGI) – Roma, 17 mar. – Pagine e idee dall’Italia di ieri a quella di domani. A destra, il non sempre facile rapporto tra cultura e politica, impegno giornalistico e militanza, trova una eccezione nella influenza assunta in Italia da alcune riviste conservatrici, moderate o nazional-popolari. Da testate storiche come ‘Borghese’ e ‘Candido’, che raggiunsero tirature di centinaia di migliaia di copie, ad altre come l’Italia settimanale, protagoniste di processi storici quali il passaggio alla seconda Repubblica, fino a casi di particolare longevita’ come ‘Area’, presente ormai da 13 anni nel nostro panorama editoriale. Di questo si parlera’ venerdi’ 20 marzo alle 17,30 a Palazzo Ferrajoli (piazza Colonna 355, Roma) in un incontro organizzato dalla casa editrice Pagine-Nuove Idee, che ha il merito di avere fatto rivivere alcune di queste storiche riviste (Il Borghese, La Destra delle Liberta’), e dall’Associazione Lettera22, che raccoglie molti giornalisti appartenenti a quest’area politico-culturale. All’incontro parteciperanno i protagonisti di alcune delle principali testate che, dal dopoguerra in poi, nelle redazioni e nelle edicole, hanno accompagnato prima la destra di opposizione, poi la destra di governo, coniugando l’impegno politico e civile con l’attenzione per la cronaca e per i temi vicini al grande pubblico. Fabio Andriola, tra i fondatori de ‘L’Italia-settimanale’ e de ‘Lo Stato settimanale’; Marcello De Angelis, parlamentare del Pdl e direttore di ‘Area’; Marco Ferrazzoli, giornalista e biografo del fondatore del ‘Candido’, Giovannino Guareschi; quindi Claudio Tedeschi, direttore del ‘Borghese’ e figlio di Mario, gia’ direttore del giornale; Fabio Torriero, giornalista, opinionista, direttore de “La Destra delle Liberta’”. Introduce Luciano Lucarini, editore di Pagine-Nuove Idee, moderatore Paolo Corsini, presidente dell’Associazione Lettera22. Tra gli interventi previsti, quello di Italo Bocchino, vice capogruppo vicario del Pdl alla Camera.

Comments are closed.