Rcs: Mieli e quella difficile mediazione in via Solferino

Rcs: Mieli e quella difficile mediazione in via Solferino (MF)

MILANO (MF-DJ)–In via Solferino, sede del Corriere della Sera, l’attenzione resta alta: l’indiscrezione sulla disponibilita’ del direttore Paolo Mieli a fare un passo indietro non ha raccolto commenti ufficiali, anche se viene confermato il clima fortemente dialettico tra il vertice del quotidiano e alcuni grandi azionisti del gruppo Rcs.

Secondo MF, la difesa a oltranza del personale giornalistico esplicitata da Mieli alcune settimane fa davanti alla redazione, nonostante la grave crisi che incombe sull’intera editoria, rende infatti problematico attuare quel piano di profonda ristrutturazione aziendale giudicato indispensabile per risalire la china.

Pertanto il filo rottosi tra editore e direttore potrebbe essere riannodato solo a condizione di un cambio radicale delle posizioni. Il problema e’ che se il confronto dovesse durare piu’ del dovuto, il corpo redazionale e l’intera casa editrice rischiano di pagare piu’ pesantemente il prezzo di un’illusione non piu’ sostenibile.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari