TLC

19 marzo 2009 | 11:28

TISCALI: SORU TORNA AL TIMONE; DOMANI CDA, BORSA BRINDA

TISCALI: SORU TORNA AL TIMONE; DOMANI CDA, BORSA BRINDA/ANSA
RIALZO DELL’11%; NODO BANCHE E ATTIVITA’ INGLESI
MILANO
(di Marcella Merlo) (ANSA) – MILANO, 18 MAR – Renato Soru è pronto a riprendere in mano le sorti di Tiscali. L’ex governatore della Sardegna, a poco più di un mese dalla sconfitta alle elezioni regionali, torna a fare l’imprenditore e il manager. Obiettivo: traghettare la sua creatura fuori dalla burrasca. La Borsa ci conta e festeggia con una rialzo a due cifre. “La società  comunica che eventuali proposte di ingresso dell’azionista Renato Soru nel consiglio di amministrazione di Tiscali Spa verranno analizzate nella prossima riunione convocata per giovedì 19 marzo” è lo stringato comunicato col quale l’Internet service provider (fornitore di accesso alla Rete, ndr) conferma le voci che già  alla vigilia avevano messo le ali al titolo (+20%). L’annuncio ufficiale del Cda straordinario per il rientro di Soru in azienda è accolta dal mercato con un balzo iniziale del 18% e con una serie di stop al rialzo. Poi, l’ondata emotiva di ridimensiona e il titolo si assesta sul guadagno col quale chiuderà  la giornata (+11,04% a 0,33 euro). Soru o non Soru comunque la partita decisiva che la società  deve affrontare è quella con le banche. Dopo il nulla di fatto sulla vendita delle attività  inglesi alla BSkyB di Rupert Murdoch, Tiscali ha chiesto ai creditori una moratoria nei pagamenti in vista di un’intesa per la ristrutturazione del debito. E non è chiaro se gli istituti, Jp Morgan e Intesa Sanpaolo in testa (esposti per 350 milioni sui 500 milioni di indebitamento bancario complessivo), accetteranno senza battere ciglio un cambio degli interlocutori già  impegnati nei colloqui per arrivare a un accordo. A dare una svolta alle sorti del gruppo – è la scommessa che fa il mercato – sarebbe però la ripresa delle trattative per la vendita delle attività  nel Regno Unito. E il ritorno di Soru – secondo quanto si raccoglie nelle sale operative – potrebbe favorirla. Per ora resta in agenda per il 27 marzo il consiglio di amministrazione con all’ordine del giorno i conti 2008 e le nuove linee guida. Il piano strategico era atteso per le prime settimane del 2009 e sarebbe dovuto partire dalla vendita degli asset inglesi. Ma così non è stato e Tiscali è in cerca di una nuova rotta.

Comments are closed.