MUSEI: DESIGN ITALIANO ALLA TRIENNALE DI MILANO

MUSEI: DESIGN ITALIANO ALLA TRIENNALE DI MILANO
MILANO
(ANSA) – MILANO, 20 MAR – La Triennale ha rinnovato con un nuovo allestimento, inaugurato oggi, il suo Museo dedicato al design italiano. Un’attività  che inserisce la creatività  nella produzione industriale e che vede l’Italia primeggiare in campo internazionale, con il 65%del totale mondiale, sulla base di dati resi noti in questa occasione. Il nuovo allestimento ha allargato le scelte alle collezioni delle diverse istituzioni esistenti in Italia in questo campo, integrando così la raccolta della Triennale, che rimane la maggiore del genere. L’esposizione è divisa in vari settori, che dividono la pura ricerca dai diversi tipi di produzione: in serie limitate o in grandi numeri. Nella produzione di massa l’oggetto più diffuso appare la popolare caffettiera Moka, che dal 1932 è rimasta intatta nel suo disegno. Degli stessi anni é anche il classico cappello Borsalino. L’esemplare più vecchio in esposizione è l’auto Aerodinamica, a forma di siluro argentato, prodotta dall’Alfa Romeo nel 1913. Il settore automobilistico è assai rappresentato, comprendendo anche diverse “fuori serie”, tra le quali il prototipo Ferrari P6 Pininfarina del 1968. Resa popolare dai film su Fantozzi è la poltrona “Sacco”, sulla quale il protagonista non sapeva rimanere seduto, rotolando regolarmente sul pavimento.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi