TLC

23 marzo 2009 | 16:15

Tlc/ Agcom e Università  per la banda ultra larga

Tlc/ Agcom e Università  per la banda ultra larga
Un programma da 700mila euro per 3 progetti e 14 sottoprogetti

Roma, 23 mar. (Apcom) – Autorità  garante delle comunicazioni e le Università  insieme per la banda ultralarga. E’ il tema al centro del 1° Workshop di coordinamento del programma di ricerca “Infrastrutture e Servizi a Banda larga e Ultra Larga”, svoltosi venerdì scorso a Roma, promosso dalla direzione studi, ricerca e formazione dell’Autorità  per le garanzie nelle comunicazioni, con la collaborazione di alcuni dei principali Atenei italiani.

Il programma, del valore di 700mila euro, si articola su 3 progetti (tecnologico, economico e giuridico) e 14 sottoprogetti (work packages) da completare nel corso del 2009, con l’obiettivo di porre le basi per “un presidio permanente dell’Autorità  sulle tematiche tecnologiche, normative, economiche, relative agli aspetti infrastrutturali delle Reti di Nuova Generazione a banda larga e ultra larga, al fine di ottenere risultati utili alla promozione e allo sviluppo delle reti Ngn, a vantaggio dell’intera collettività ”. Erano presenti in qualità  di coordinatori e componenti dei gruppi di ricerca i più importanti accademici della materia, in rappresentanza delle università  coinvolte nel progetto: La Sapienza di Roma, l’Università  Federico II di Napoli, l’Università  di Roma Tor Vergata, il Politecnico di Torino, il Politecnico di Milano, l’Università  di Siena, l’Università  Roma Tre, l’Imperial College di Londra, l’Università  Bocconi di Milano, l’Università  di Cagliari, la Luiss di Roma.

All’iniziativa, aperta dall’indirizzo di saluto del presidente dell’Autorità  Corrado Calabrò, e chiusa dai commissari dell’Agcom Nicola D’Angelo e Stefano Mannoni, hanno partecipato anche i principali operatori del settore. Seguiranno altri workshop di coordinamento nei prossimi mesi, ed è prevista una conferenza nazionale di divulgazione dei risultati nel mese di dicembre 2009.

Comments are closed.