Televisione

25 marzo 2009 | 15:04

RAI: ULTIME ORE SENZA NUOVO PRESIDENTE

RAI: ULTIME ORE SENZA NUOVO PRESIDENTE (ORE 14)
(AGI) – Roma, 25 mar. – Ancora poche ore e Paolo Garimberti sara’ ufficialmente il nuovo presidente del Consiglio di amministrazione della Rai. Questo pomeriggio, infatti, l’assemblea degli azionisti di viale Mazzini procedera’ alla ratifica di Garimberti a presidente e di Angelo Maria Petroni a consigliere del Cda, entrambi indicati – per leggge – dall’azionista sdi riferimento, il ministero dell’Economia. Per Petroni sara’ una riconferma nell’incarico, mentre per Garimberti sara’ una novita’, anche se in verita’ lui di posti di comando in casa Rai ne sa qualcosa di prima mano essendo stato qualche anno fa direttore del Tg2. Una volta che gli azionisti avranno detto di si’, la parola passera’ al Cda di viale Mazzini, presieduto per l’occasione dal consigliere anziano, Guglielmo Rositani, e anche in questo caso il via libera a Garimberti e’ scontato. Per chiudere il cerchio degli atti formali tocchera’ pero’ alla commissione di Vigilanza Rai dare l’ultimo via libera a Garimberti. La legge Gasparri attribuisce infatti all’organismo bicamerale di Palazzo San Macuto il potere deliberante, e servono i due terzi dei 40 componenti della commissione. Essendoci gia’ a livelli di vertice l’accordo tra maggioranza e opposizione – Berlusconi ha parlato di Garimberti come di persona ‘per bene’ e affidabile -, il direttore di Repubblica.tv ha la strada spianata, avra’ i voti che servono per salire al posto di comando del settimo piano di viale Mazzini. Voti che arriveranno in tarda serata, visto che la Vigilanza e’ data per convocata nuovamente per questa sera. Chiudendo cosi’ la lunga stagione di un Cda Rai ‘in prorogatio’ dal giugno 2008 presieduto da Claudio Petruccioli, cui pero’ il Pdl ha opposto paletti per una riconferma nonostante gli attestati di stima e apprezzamento venuti da ambienti della maggioranza, oltre che dall’opposizione che l’ha anche riproposto, e con alla direzioe generale Claudio Cappon, il quale fino all’ultimo ha avuto come riferimento l’azienda Rai e impostato il lavoro di contenimento costi e di rilancio sul mercato internazionale, a fronte della crisi finanziaria mondiale, pur sapendo di essere al termine del suo percorso professionale in quel ruolo. Incarico che ora ricadra’ su Mauro Masi.

Comments are closed.