Comunicazione, Editoria

25 marzo 2009 | 16:57

MONDADORI: COSTA, PRONTI PER OPPORTUNITA’ ACQUISIZIONI

MONDADORI: COSTA, PRONTI PER OPPORTUNITA’ ACQUISIZIONI
SEGRATE (MILANO)
(ANSA) – SEGRATE (MILANO), 25 MAR – Mondadori è pronta a cogliere opportunità  di acquisizione anche se non c’é “nulla di particolarmente imminente e sotto i riflettori oggi”. Lo ha detto l’amministratore delegato Maurizio Costa nel corso della presentazione dei risultati 2008 agli analisti. “C’é la disponibilità  a stare molto attenti a quello che accade sul mercato – ha detto – ci saranno molti player che escono dal mercato, molte difficoltà  per coloro che non si muoveranno nei tempi giusti, non vogliamo perdere opportunità ”. Il manager ha spiegato che la scelta di non distribuire il dividendo per il 2008 è legata alla decisione di “confermare e consolidare la solidità  finanziaria in un momento di mercato complesso, sostenere investimenti ed eventualmente partecipare a processi di consolidamento. Penso – ha detto Costa – che nei prossimi tempi ci saranno forti cambiamenti nel perimetro delle aziende, noi vogliamo essere attrezzati per non perdere opportunità ”. Tra i possibili settori di espansione l’ad ha indicato quello dei libri e della radio. Sui periodici “penso siamo messi bene in termini di portafoglio e pensiamo di consolidare questa posizione senza crescita esterna”.

MONDADORI: COSTA, PRONTI PER OPPORTUNITA’ ACQUISIZIONI (2)
SEGRATE (MILANO)
(ANSA) – SEGRATE (MILANO), 25 MAR – Sulle possibili acquisizioni “grandi operazioni non ne vedo”, ha poi spiegato Costa incontrando brevemente la stampa al termine della presentazione agli analisti. Le attività  strategiche per il gruppo restano quelle dei “libri, periodici, radio e retail – ha detto poi -. Ci potrebbero essere aggregazioni o dismissioni all’interno di questo portafoglio, un ‘fine tuning’ su partecipazioni minori”. Costa ha confermato poi l’intenzione di portare Grazia in Francia. “Prima o poi lo faremo – ha detto -. Abbiamo un buon progetto è ancora migliorato, siamo pronti a lanciarla. La decisione dipenderà  dalle condizioni del mercato pubblicitario e dell’up market (il mercato di fascia alta, ndr) nel sistema competitivo francese. Prenderemo una decisione in tarda primavera”.

Comments are closed.