CINEMA: AMICIZIA BLAIR-CLINTON SARA’ FILM RELAZIONE SPECIALE

CINEMA: AMICIZIA BLAIR-CLINTON SARA’ FILM RELAZIONE SPECIALE
LONDRA
(ANSA) – LONDRA, 26 MAR – L’amicizia tra Bill Clinton e Tony Blair – nata quando il primo era a capo degli Sati Uniti mentre il secondo era il neo-primo ministro del Regno Unito – potrebbe presto trasformarsi in un film dal titolo eloquente: The Special Relationship. Tutto, infatti, è pronto per iniziare le riprese: manca solo la luce verde della BBC Films Production. I giornali britannici sono però pieni di indiscrezioni dettagliatissime, quasi le forche caudine della produzione fossero solo una formalità . Per il Guardian, ad esempio, il cast è già  fatto: Micheal Sheen, già  interprete di Blair nell’acclamatissimo ‘The Queen’ e nel meno noto The Deal, vestirà  per la terza volta i panni del premier britannico. A portare sullo schermo Bill Clinton sarà  invece compito di Dannis Quaid, 54 anni. Grandi nomi anche per le parti femminili. Hillary Clinton, se tutto va secondo i piani, verrà  infatti interpretata da Julianne Moore, mentre per Cherie Blair sarà  una volta ancora Helen McCrory – apparsa al fianco di Sheen in The Queen. Monica Lewinsky, invece, apparirà  solo attraverso immagini d’archivio, compresa la sua audizione a porte-chiuse al Congresso. Il film, incentrato sulle relazioni politiche transatlantiche nel triennio 1997-2000, gli anni ruggenti del due Clinton-Blair, varrà  invece il debutto nella veste di regista di Peter Morgan, già  sceneggiatore di The Deal e The Quenn. The Special Relationship diventerà  così il terzo capitolo della trilogia blairiana firmata dal regista-sceneggiatore.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo