Televisione

31 marzo 2009 | 10:17

RAI: USCITA DI RIOTTA ACCELERA I TEMPI DEL CDA SU NOMINE

RAI: USCITA DI RIOTTA ACCELERA I TEMPI DEL CDA SU NOMINE
(AGI) – Roma, 30 mar. – L’annuncio che Gianni Riotta lascia la direzione del Tg1 per andare ad assumere quella de Il Sole 24 Ore, a partire da una data ravvicinata pero’ non ancora resa pubblica, ha una immediata conseguenza sul Cda della Rai. Infatti il vertice appena insediatosi e’ chiamato ad accelerare le sue decisioni in merito alle nomine per la direzione di reti e testate, e fra queste per l’appunto il Tg1. Gia’ mercoledi’, infatti, il Cda di viale Mazzini e’ chiamato a due riunioni nella stessa giornata. La prima, messa in calendario nell’ultimo fine settimana, con all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio consuntivo 2008, comunicazioni del presidente neo eletto Paolo Garimberti, comunicazioni del direttore generale uscente, Claudio Cappon, piu’ varie ed eventuali. Adesso si apprende di una seconda convocazione per il pomeriggio, con all’ordine del giorno probabilmente la procedura che dovra’ portare nel giro di pochissimo alla nomina del nuovo direttore generale, da cui poi discendera’ a cascata l’insieme di proposte di nomine per reti e testate, e il passaggio di Riotta al quotidiano della Confindustria imporra’ da subito l’indicazione di un nuovo direttore per il principale dei telegiornali Rai. Par di capire che l’interim al Tg1 durera’ pochissimo. Ed e’ ancor piu’ totonomine per il Tg1. I nomi ricorrenti restano quelli dei giorni scorsi: Mauro Mazza, attuale direttore del Tg2; Maurizio Belpietro, attuale direttore di Panorama, e Mario Orfeo, il direttore de Il Mattino di Napoli. Tre direttori per un posto; l’eventuale nomina di ciascuno dei tre e’ legata indiscutibilmente ad altre nomine e indicazioni politiche. E pero’ dietro l’angolo c’e’ sempre un outsider pronto a venire allo scoperto, un nome che sicuramente nei palazzi della politica e’ pronto ma che finora e’ rimasto ben celato.

Comments are closed.