Comunicazione

31 marzo 2009 | 14:05

TV: VENTURA”MEDIASET? FORSE NON HANNO DIGERITO MIO PASSAGGIO IN RAI”

TV: VENTURA”MEDIASET? FORSE NON HANNO DIGERITO MIO PASSAGGIO IN RAI”

MILANO (ITALPRESS) – “In questo periodo ci sono stati attacchi contro X Factor e contro di me. Non ho mai risposto. Ho sempre pensato che le polemiche, se non le alimenti, si spengono da sole”. Sono le parole di Simona Ventura a Vanity Fair, che le dedica una copertina davvero speciale, in edicola dal 1° aprile.
Simona, stavolta, ha deciso di rispondere. E di farlo a modo suo, nel giorno del quarantaquattresimo compleanno, che celebra il 1° aprile con una copertina su Vanity Fair, la sesta, dove appare piuttosto diversa dalla sua immagine televisiva, anche nelle foto del servizio interno di Ellen von Unwerth, che la ritraggono senza veli.
Dicevamo delle polemiche. “Siccome, questa volta, le polemiche non si spengono da sole, stare sempre zitta zitta alla fine rischia di farti passare da cogliona”. A che cosa si riferisce, in particolare? “Per esempio, all’atteggiamento di Mediaset nei confronti di X Factor (quando e’ stato annunciato che il talent show della Ventura passava dal lunedi’ al martedi’ sera, Mediaset ha deciso, per contrastarlo, di spostare Amici dal mercoledi’ al martedi’, ndr). Devono essere parecchio nervosi per aggredire con strategie di questo tipo. In quell’azienda ci ho lavorato sette anni, fino al 2001. Ma e’ passato molto tempo da quando si inventavano prodotti nuovi, trasmissioni come Le Iene, Scherzi a parte, Chi vuol essere miliardario?, Colpo di fulmine. Insomma, allora si programmava. Oggi si controprogramma e basta.
Attualmente l’unico canale che sperimenta veramente e’ Raidue”. Non e’ un problema che Amici abbia fatto il doppio di ascolti? “Non mi sento in competizione con Amici. Entrambi abbiamo un ruolo importante nella scoperta di nuovi talenti e nell’aiutare i giovani a emergere nel campo artistico e musicale. In ogni caso avrebbero stravinto anche continuando ad andare in onda il mercoledi’. Ma non e’ giusto ragionare in questi termini. E poi Canale 5 si dovrebbe confrontare con Raiuno, non certo con noi.
Altrimenti dovremmo ricordare anche che l’Isola, quest’anno, ha battuto Zelig, e quella si’ che e’ stata un’impresa eccezionale.
Noi abbiamo come competitor Italia 1″. E, secondo lei, quanto conta in questa scelta di controprogrammare il fatto che sull’altro canale ci sia lei, Simona Ventura? “A volte penso che non abbiano mai digerito del tutto il mio passaggio alla Rai”.

TV: VENTURA”MEDIASET? FORSE NON HANNO DIGERITO MIO PASSAGGIO IN RAI”-2-

Non mi ha ancora spiegato le ragioni di tanto risentimento nei suoi confronti. “Non so, ma e’ chiaro che, con i miei programmi, ho portato in Rai pubblicita’ e sponsor. E, poi, attaccare me e’ abbastanza facile: sono un battitore libero”.
Qualche settimana fa, sull’Espresso, Maria De Filippi ha detto cose poco carine nei suoi confronti. Tipo che lei si autocelebra, che i suoi “seni strizzati rassomigliano a due chiappe”. Spiega che cos’e’ successo? Eravate amiche da anni. “Lo siamo ancora.
Maria ha smentito, dice di essere stata male interpretata. E io le credo. E anche se l’avesse detto, ci siamo chiarite. Inoltre, quelle dichiarazioni arrivavano in un momento particolare. Eravamo prima di Sanremo”. È vero che, nella serata conclusiva, al posto della De Filippi avrebbe dovuto esserci lei? “Assolutamente falso.
Sanremo l’ho condotto nel 2004, e con tutto il rispetto, non mi interessava andarci come ospite. Spesso capita che il tuo nome venga messo in mezzo. Soprattutto quando non hai protezioni”. In tal caso, perche’ non procurarsele? “La politica mi fa paura. La conosco poco e non mi piace. Sto a Milano apposta. A Roma ogni sottosegretario dice la sua”. Da cattolica, che cosa pensa della dichiarazione del Papa a proposito dei preservativi che non servirebbero contro l’Aids? “Penso sia stato male interpretato.
Non posso pensare che il Santo Padre abbia detto una cosa del genere. Se cosi’ fosse, sarebbe veramente grave”. E con questa “l’ombrello” del Vaticano, qualora non fosse gia’ successo, l’abbiamo perso. “All’addiaccio ci sono sempre stata. Sara’ un caso, ma non ho mai cercato nemmeno un fidanzato, marito, compagno per farmi proteggere sul lavoro”.

Comments are closed.