GIORNALISTI: CONTRATTO; CDR PERIODICI SAN PAOLO, BENE BOZZA

GIORNALISTI: CONTRATTO; CDR PERIODICI SAN PAOLO, BENE BOZZA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 31 MAR – Il Comitato di Redazione della Periodici San Paolo (Famiglia Cristiana, Jesus, Il Giornalino ), su mandato dell’assemblea dei giornalisti, esprime “il proprio apprezzamento e la propria gratitudine alla dirigenza della Fnsi per il duro lavoro svolto allo scopo di ottenere il rinnovo del Contratto nazionale dei Giornalisti italiani”. “I giornalisti della Periodici si sono espressi quasi all’unanimità  a favore dell’approvazione del contratto siglato nei giorni scorsi. Facendosi interprete dell’indicazione dei colleghi – continua una nota della rappresentanza sindacale -, il Cdr intende sottolineare il fatto, di fondamentale importanza, che non è passata la volontà  di chi voleva lasciare gli operatori dell’informazione del nostro Paese senza un contratto nazionale, per renderli ancora più vulnerabili e meno autonomi nel loro lavoro. Così come non è passata l’idea di scardinare, col naufragio del rinnovo del Cnlg, il sistema dei rapporti sindacali che vede nei contratti nazionali di categoria un punto fermo e un caposaldo”. “Il Cdr della Periodici San Paolo, pur cosciente di un risultato normativo ed economico non entusiasmante, invita però tutti i giornalisti a riflettere, in vista del referendum, sulle conseguenze di una delegittimazione del vertice sindacale dei giornalisti rispetto all’accordo raggiunto. Inoltre, in un contesto di dura crisi economica, che mette a rischio la stessa sopravvivenza di numerose aziende editoriali, il Cdr mette in rilievo il fatto che il contratto siglato contiene non pochi punti qualificanti”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari