TELECOM: ACCORDO CON ATM PER SPERIMENTAZIONE MOBILE TICKETING

TELECOM: ACCORDO CON ATM PER SPERIMENTAZIONE MOBILE TICKETING
(AGI) – Milano, 1 apr. – Telecom Italia e ATM – Azienda Trasporti Milanesi – hanno definito un accordo per la sperimentazione di un servizio evoluto di ‘Mobile Ticketing’ che consentira’ di acquistare biglietti per i mezzi pubblici direttamente attraverso il telefonino e di validarli accostando semplicemente il cellulare alle convalidatrici. Dopo la sperimentazione, che partira’ nel secondo semestre del 2009, il servizio sara’ accessibile a tutti all’inizio del 2010. Grazie ad un’applicazione software presente sulla Sim Card del telefonino – informa una nota – gli utenti potranno accedere a un menu di navigazione attraverso il quale acquistare e caricare il proprio abbonamento o carnet di biglietti, senza la necessita’ di recarsi presso un apposito punto vendita. Il servizio permettera’ inoltre di verificare in tempo reale la disponibilita’ dei biglietti e la data di scadenza dell’abbonamento. Questo servizio si basa sulla tecnologia radio a corto raggio Nfc (Near Field Communication), integrata all’interno del telefonino, che consentira’ ai passeggeri di effettuare le operazioni di convalida avvicinando il proprio telefono agli appositi lettori o tornelli, anche a telefono spento, e di ricevere informazioni utili sul trasporto pubblico accostandolo agli “smart poster” che si trovano all’interno delle stazioni della metropolitana. Allo stesso modo, i controllori potranno verificare la validita’ dei titoli di viaggio in modo semplice ed immediato, avvicinando il proprio palmare al telefonino del cliente.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci