Editoria/ Padova, Canale Italia: continua riduzione del personale

Editoria/ Padova, Canale Italia: continua riduzione del personale
I giornalisti chiedono intervento istituzioni e politica

Padova, 1 apr. (Apcom) – I giornalisti di Canale Italia, l’emittente televisiva che trasmette su scala nazionale con sede a Padova, lanciano l’allarme sui tagli al personale che ha interessato la redazione negli ultimi mesi e fanno appello a istituzioni e politica perché intervengano a sostegno del lavoro giornalistico.

“La redazione di Canale Italia – si legge in una nota diffusa dalla redazione televisiva – comunica che, nonostante questo sia stato fatto presente all’Editore, la sistematica riduzione del personale giornalistico degli ultimi mesi ha creato un livello di carico di lavoro che non permette di garantire un prodotto all’altezza delle richieste dei telespettatori.

Nonostante la disponibilità  dell’intero corpo redazionale a venire incontro alle esigenze aziendali ci siamo trovati di fronte a uno stato di fatto al momento insostenibile.
La situazione è tanto più sorprendente di fronte ai cospicui investimenti, all’ampliamento di palinsesto, alla nuova concessionaria pubblicitaria nazionale annunciati da Canale Italia.

Per questo motivo i giornalisti dell’emittente dichiarano lo stato di agitazione e si riservano, auspicando un serio confronto con l’Editore, ulteriori azioni a tutela della propria dignità  professionale e dei cittadini che hanno diritto a una corretta informazione. A questo proposito – conclude il comunicato – chiediamo anche l’intervento delle Istituzioni e di tutte le parti politiche che ben conoscono impegno, serietà  e equilibrio della redazione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari