Editoria

01 aprile 2009 | 14:11

FESTIVAL GIORNALISMO: PREMIO PER COMUNICAZIONE SOCIALE

FESTIVAL GIORNALISMO: PREMIO PER COMUNICAZIONE SOCIALE
PERUGIA
(ANSA) – PERUGIA, 1 APR – Un giornalismo per il sociale, il terzo settore, che metta in prima pagina “chi lavora per il bene comune”: a questo tipo di informazione, punto di incontro fra lo sforzo comunicativo dei soggetti attivi in questo campo e i media, il Festival internazionale del giornalismo, in corso da oggi e fino a domenica prossima a Perugia, ha dedicato il suo evento di apertura, con la prima edizione del Premio internazionale comunicazione per il sociale. Nato da un accordo tra Regione Umbria e Agenzia per le Onlus, il premio sarà  consegnato ufficialmente dalla prossima edizione del festival. Oggi, riconoscimenti simbolici sono stati assegnati a Enel Cuore, al vicedirettore di di Avvenire Marco Tarquinio, a Candido Grzybowski, direttore del Forum sociale mondiale e direttore dell’Ibase (Istituto brasiliano di analisi politiche), a Elio Silva, caporedattore del Sole 24 Ore, ad Andrea Olivero, portavoce del Forum nazionale terzo settore. “Nel nostro Paese – ha detto il presidente dell’Agenzia per le Onlus, Stefano Zamagni – troppo a lungo è stata sottovalutata l’importanza della comunicazione in questo senso. Non è tollerabile una grande attenzione quando c’é da biasimare e quasi nessuna per lodare le attività  del terzo settore”. Grzybowski ha poi proposto la creazione, nell’ambito del festival, di una rete di giornalisti che si occupi delle attività  del Forum mondiale durante tutto l’anno. Il festival ospiterà  un centinaio di eventi e circa 200 giornalisti ed esperti da tutto il mondo: tra i protagonisti di oggi, Maso Notarianni (direttore di PeaceReporter), Petra Reski (Die Zeit), Nicholas Jones (Bbc), Paul Bradshaw (esperto di new media), Fiorenza Sarzanini (Corriere della Sera), ed il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso.

Comments are closed.