Editoria

02 aprile 2009 | 10:30

EDITORIA: SALUTO MIELI A CORSERA, SONO STATI ANNI COMPLICATI

EDITORIA: SALUTO MIELI A CORSERA, SONO STATI ANNI COMPLICATI
MILANO
(ANSA) – MILANO, 1 APR – Il passaggio di consegne da Paolo Mieli a Ferruccio De Bortoli alla guida del Corriere della Sera sta avvenendo in modo “armonioso e affettuoso”. Così lo ha definito il direttore uscente nel suo saluto alla redazione, che é visibile sul sito del quotidiano. “Sul passaggio a Ferruccio – ha detto – i giornali hanno ironizzato perché è la seconda volta che avviene e con caratteristiche molto simili alla prima. E’ stato un passaggio armonioso e già  avvenuto in privato”. In pubblico invece, secondo Mieli, avverrà  all’inizio della settimana prossima. Tutto sarà  senza traumi anche grazie all’impegno dei giornalisti del Corriere che l’ormai ex direttore ha ringraziato. “Siete stati la garanzia – ha detto – del fatto che il Corriere non è una mandria disordinata ma un corpo vivo, armonizzato di colleghi leali che in un passaggio complicato offrono testimonianza di quali sono i loro valori”. E del fatto che la redazione abbia “conservato e accresciuto” questi valori, Mieli si prende parte del merito “perché sono stati anni ben complicati”. “Voglio complimentarmi con voi – ha aggiunto – e ringraziarvi perché siete stati una redazione magnifica e all’altezza di oltre quattro anni in cui abbiamo attraversato la più complessa fase di cambiamento, ristrutturazione, riposizionamento e riproposizione ai nostri lettori di un prodotto editoriale”. E i lettori sono “affezionati” come hanno dimostrato i messaggi arrivati a Mieli in misura molto maggiore rispetto alla prima volta che lasciò. “Ho sentito un calore – ha spiegato – al di là  delle aspettative”. E’ un messaggio tranquillizzante quello di Mieli, che resterà  in azienda e continuerà  a scrivere di cultura sul quotidiano. “Il giornale è forte – ha spiegato -, preparato a reagire bene a tempi di crisi”; metà  percorso nella tempesta é passato e l’altra metà  “potrà  essere guidata con timone sicuro”.

Comments are closed.